www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 27/08/2012  -  stampato il 08/12/2016


Vendiamo le Land Rover del DAP e assumiamo personale!

In questo strano clima di spending review, dove si cerca di tagliare e tassare la povera gente pur di recuperare denaro per le casse dello Stato, io avrei una semplice  proposta, finalizzata a trasformare un “capriccio” o un “errore” dei nostri dirigenti del DAP, in una opportunità per il nostro Corpo e a costo zero.

Mi spiego meglio: vendiamo all’asta il parco macchine del DAP, comprese (anzi per prime) le famose Land Rover da 100.000 euro cadauna e finanziamo con i soldi incassati dei mini progetti di automazione cancelli, finalizzati al recupero di personale.

Piccoli progetti da 10.000 euro ciascuno, finanziabili solo se si dimostra che grazie a quel progetto presentato si riuscirà a guadagnare almeno 3 agenti per Istituto nell’arco dei turni distribuiti nelle 24 ore.

Se, poniamo, si dovessero  ricavare 3 milioni di euro dalla vendita del parco macchina (senza contare i soldi derivanti dal risparmio nei consumi di carburante - ndr), si potrebbero finanziare 300 mini progetti di automazione, con installazione di telecamere, con un recupero complessivo di n.900 unità di Pol Pen su scala nazionale.

E invece NO. Continueremo a tenerci, per la gioia di qualche Dirigente Generale, le costosissime Land Rover, auto che fanno 3 km con un litro di carburante ci inventiamo quella “boiata” della vigilanza dinamica convinti di potere guadagnare qualche unità in più scendendo a patti con i detenuti.