www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/09/2012  -  stampato il 05/12/2016


Il Commissario Distaccato al DAP

 

Io, che da giovane avvocato,
brillantemente laureato
arringavo nei tribunali
finendo, talvolta, sulle pagine dei giornali
 
A stare in carcere c’ ho provato
Ma non mi sentivo realizzato
Mi batteva, di rabbia, il cuore
Quando mi comandava il Direttore
 
Mi aumentava la sudorazione
Quando, dai sindacati, venivo attaccato in contrattazione
Nonostante la mia magnifica eloquenza
In carcere ero una evanescente presenza
 
Comandava di più l’ultimo sindacalista
Di me che camminavo sempre con il Codice Penale in bella vista
Ad un certo punto mi sentii come sprecato
Se continuavo a stare in carcere mi sarei autolesionato
 
Ho saputo poi che dei Commissari al DAP, si sentiva la mancanza
Specie se avvocati e di bella presenza
E quindi non chiamatemi “raccomandato”
Se qualcuno al Dipartimento mi ha distaccato