www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/10/2012  -  stampato il 08/12/2016


Armida Miserere: iniziano le riprese del film dedicato alla figura della direttrice morta suicida

Sono iniziate le riprese di Come il vento (titolo provvisorio), film di Marco Simon Puccioni che racconta la storia di Armida Miserere, una delle prime donne direttrici di carcere, chiamata durante la sua carriera a dirigere i penitenziari più 'caldi' d'Italia, e morta suicida.
 
Accanto a Valeria Golino, protagonista del film, Filippo Timi, Francesco Scianna e Chiara Caselli. Previste 7 settimane di riprese tra Pianosa, Grosseto, Civitavecchia, Palermo e Roma.
 
Il film è prodotto da Intelfilm con il contributo di MiBAC, Regione Toscana, Regione Sicilia e Regione Puglia in collaborazione con Rai Cinema.
 
Armida Miserere fu una delle prime donne direttrici di carcere. Laureata in criminologia, figlia di militare, abituata a dare valore alla disciplina, consapevole della difficoltà e della solitudine che comportava un lavoro da "prima linea", iniziò la sua carriera a 28 anni nel carcere di Parma, e per vent'anni (gli anni difficili della mafia, del terrorismo, della P2), ricoprì l'incarico di direttore in vari carceri d'Italia: Voghera, luogo di detenzione delle terroriste "irriducibili", Pianosa in mezzo a boss mafiosi, l'Ucciardone a Palermo, poi Torino, Ascoli Piceno, Spoleto, Lodi, San Vittore a Milano, e infine Sulmona.