www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/10/2012  -  stampato il 06/12/2016


Ancora grande Astrea: a Casal del Marmo 2 a 1 sull'Amiternina

Campionato Serie D- LND 2011/2012 (girone F) – 7^ giornata (7^andata) – Casal del Marmo, 14/10/2012

 

ASTREA-AMITERNINA 2-1

 

Astrea: Paracucchi, Sannibale, Cipriani, Mollo, Di Fiordo, Battisti (Pentassuglia 29' st), Bellini (Lorenzini 41' st), Ramacci, Di Iorio (Giuntoli 34' st), Simonetta, Mania. A disp. Turbacci, Bauco, Galli, Pentassuglia, Lorenzini, Navarra, Giuntoli.

Allenatore: Pino Ferazzoli

 

Amiternina: Spacca, Schiano, Picoli (Rotariu 33' st), Moauro, Di Francia, Onesti, Petrone (Lenart D. 15' st), Federici (Berarbi 15' st), Pedalino, Lenart L., Gizzi. A disp. Napoleoni, Valente, Bocchino, Lenart D., Berardi, Rotariu, Molinari.

Allenatore: Vincenzino Angelone.

 

Arbitro: Giovanni Varola di Olbia

 

Marcatori: Ramacci 35' pt e 40' st, Pedalino 42' st

 

Note: espulso Di Francia al 32' st per fallo da chiara occasione da rete. Ammoniti: Di Iorio, Di Fiordo (As), Schiano, Moauro, Petrone (Am). Angoli: 6 a 4 per l'Astrea, 150 spettatori circa.

 

 

Nella domenica in cui l'Ancona abbatte pesantemente il Fidene per 5 a 0 e balza in testa alla classifica grazie al contemporaneo pareggio della Vis Pesaro in casa dell'Angolana, l'Astrea si attesta in seconda posizione con la stessa Vis Pesaro, la Sambenedettese - che ha regolato la Maceratese con la doppietta di Napolano ed il gol di Shiba - ed il San Cesareo, vincitore per due a zero sul San Nicolò conquistando la terza vittoria consecutiva in campionato. I biancoazzurri hanno agguantato i tre punti regolando di misura l' ospite Amiternina (il cui nome origina dal fiume Amiterno), dimostrando l'ottimo passo tenuto finora grazie alla guida di mister Ferazzoli e dei suoi uomini disposti in campo. La prima azione utile di giornata per i nostri arriva subito in avvio di gara, dopo sette minuti: Ramacci dai 18 metri guadagna una punizione preziosissima all'altezza del vertice dell'area e Simonetta la calcia di pochissimo a sinistra del portiere ospite. All'8' pt Mania riesce in un prezioso passaggio filtrante sempre per Simonetta che prova la conclusione su cui Spacca interviene coi pugni allontanando provvidenzialmente.

All'11' pt pericolo per Paracucchi: il corner battuto da Federici in area è intercettato di testa da Moauro che schiaccia a terra e la palla sfila di poco al di fuori dello specchio. Al 22' pt l'Amiternina si avvicina alla rete con Gizzi che arriva a tu per tu con Paracucchi ma conclude su di lui che con la mano intercetta la palla e allontana spegnendo così l'azione. Al 30' pt Simonetta è autore di una rovesciata spettacolare al limite dell'area dopo aver ricevuto palla da Mania, la palla è stata poi controllata senza problemi da Spacca. Al 31' pt Pedalino di testa sfiora il palo dopo aver raccolto il cross di Schiano . Al 35' pt Di Iorio da fuori area, a circa cinque metri dal limite serve Ramacci sulla destra, quest'ultimo prova la conclusione potente e l'intuizione è buona perché pur leggermente svirgolato il suo tiro trafigge Spacca a sinistra regalando all'Astrea il primo vantaggio per 1 a 0.

Nella ripresa all'8' st è Federici a costringere Paracucchi a controllare una palla che finisce di poco al di fuori dello specchio. All'11' st Simonetta evita la marcatura di Moauro ed entrando in area spara un pallonetto velenoso nella zona del 7 , di poco fuori misura. Al 40' st Giuntoli, in campo da sei minuti dopo il lungo stop per infortunio muscolare, sulla fascia arriva in area, prova la conclusione e costringe Spacca a salvare di piedi; sulla respinta l'accorrente Ramacci  insacca il 2 a 0 per l'Astrea e la doppietta personale. C'è ancora un brivido per il finale di match che ricorda all'undici di Ferazzoli che la gara finisce solo al triplice fischio e lo regala Pedalino mettendo in rete una palla dalla distanza da trenta metri, su cui l'incolpevole Paracucchi non ha potuto nulla. E' stata la rete del 2 a 1 finale, con i tre punti che proiettano i biancoazzurri a quota 14, pronti ad affrontare la sfida del prossimo turno contro l'Isernia a sei punti in zona metà classifica.

 

Nel campionato juniores nazionale girone I l'Astrea di Ciambella e Miracapillo rimedia a Viterbo la sconfitta per due reti di scarto: Viterbese-Astrea 4 a 2

 

Sul fronte settore giovanile con questo weekend di metà ottobre si è arrivati all'inizio del campionato sia per i giovanissimi che per gli allievi provinciali. I gironi sorteggiati per i nostri piccoli biancoazzurri hanno collocato i primi guidati da Riccardo Salvi nel girone E fascia B, i secondi guidati da Sambucini, nel girone A. L'esordio stagionale non ha sorriso ai giovanissimi incappati subito contro il Palocco, la squadra sulla carta più forte del girone, che in casa è riuscita a realizzare una cinquina ai danni dei nostri. Buona la prima invece per gli Allievi provinciali che hanno fermato fuori casa il Grifone Monteverde con un perentorio 0 a 4 con reti di Taroni, Palladini, Scarcelli e del bomber Ranaldi.