www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/10/2012  -  stampato il 05/12/2016


Lecchini si nasce, Dirigenti si diventa ... ( Forti coi deboli, Deboli con i forti)

Ormai, dopo tanti anni, ci si è abituati al fatto che dentro il palazzo del DAP dirige l’incompetenza. Però, il vecchio voleva ancora imparare!!!

All’interno di qualche Direzione Generale è stata segnalata la presenza di dirigenti isterici, che non sopportano il peso dei propri errori e dinanzi a rimostranze mediatiche perdono il senno e, in alcuni casi, anche l’educazione.

Nei corridoi del DAP si racconta che un dirigente deferente, dal carattere riservato, forte del suo ruolo, ha negato un colloquio ad una persona, forse da lui considerata “troppo comune” e non alla sua altezza.

Si dice che l’isterico dirigente alla presenza dell’uomo “comune” si è infuriato urlando “chi lo ha fatto entrare?!” ... ma se a certi deliri di onnipotenza ci si è abituati,  non ci si sarebbe aspettati la maleducazione quando con disprezzo ha insistito “giovanotto, consegna questo scritto al mio segretario”.

La caduta di stile non sarebbe accettabile, ne tantomeno comprensibile ma, per fortuna,  l’uomo “comune” ha preso la frase soltanto come un complimento per la sua giovane età.

Quando, però, si è presentato il politico di turno, come in ogni favola che si rispetti, l’isterico si è improvvisamente  trasformato in un gentile docile cucciolo e con la sua lingua, ha riempito di piaggeria a dovere il malcapitato politico… Pur tuttavia, anche in questo caso, un rimprovero va sollevato…. per completare l’opera di lecchinaggio mancava il tappeto rosso…

 

Intanto a Londra... Si dimette capogruppo Conservatori: aveva insultato un poliziotto

Lascia l'incarico il 'chief whip' dei conservatori Andrew Mitchell che il mese scorso avrebbe dato del 'plebeo' a un agente di polizia che si rifiutava di farlo passare dall'accesso principale a Downing Street in bicicletta. Il capogruppo aveva anche minacciato gli agenti di guardia con un, "questo vi costerà il posto". Immediata la reazione non solo dell'opposizione laburista ma anche dei colleghi - sempre più riluttanti - di governo, lib-dem.

Mitchell ha comunicato le sue dimissioni in persona al premier David Cameron, che lo aveva difeso, appena tornato dal vertice Ue di Bruxelles nella sua residenza di Chequers. "Negli ultimi due giorni è divetato chiaro che comunque la si voglia prendere non sarò più in grado di eseguire i miei compiti, come entrambi invece vorremmo", si legge nella dichiarazione che annuncia le dimissioni e in cui ribadisce di non aver mai usato il ternine 'pleb' (plebaglia), come sostiene invece l'agente, ma solo di aver detto 'il vostro c... di compito dovrebbe essere quello di aiutarci' e poi di aver chiesto scusa per questo.

Le rabbiose parole di Andrew Mitchell al poliziotto hanno quasi confermato l'accusa mossa al governo dal partito laburista, secondo cui sarebbero una manica di studenti di istituti privati, senza la più pallida idea di come sia la vita i tutti i giorni. In Gran Bretagna quello delle classi sociali è ancora un tema molto sentito.

 

Negli ultimi decenni, è scomparso il presupposto che l'upper class dimostri disprezzo nei confronti di chi appartiene alle classi inferiori. Dimostrare snobismo è l'ultimo reato sociale. In pochi secondi, Andrew Mitchell è sembrato strappare via la maschera con la quale i conservatori avevano coperto le loro origini, per mettere in mostra la loro vera faccia, quella snob, insolente e anche scurrile. È stato un vero disastro, dal quale il partito potrà riprendersi, ma col tempo e con difficoltà. Andrew Mitchell non ha potuto. (http://www.repubblica.it/esteri/2012/10/20/news/conservatori_gb_lascia-44904920/)

Cosa era successo....

Andrew Mitchell, capogruppo del partito conservatore alla camera dei Comuni, gira per il centro di Londra in bicicletta. Forse perchè gli piace pedalare, forse perchè gli va di sembrare un tipo alla mano, semplice, sportivo. Ma dentro di sè, in realtà, non si sente alla mano per nulla. L’altro giorno, quando gli agenti di polizia di guardia davanti a Downing street lo hanno fermato, vietandogli di varcare appunto in bici i cancelli di sicurezza che chiudono l’ingresso alla stradina in cui vive e lavora il primo ministro (tutti devono passare a piedi da un ingresso laterale, per sottoporsi ai controlli del metal detector), Mitchell è esploso.

“Fottuti plebei, imparate a stare al vostro fottutissimo posto”, avrebbe detto ai poliziotti, colpevoli di avere osato bloccarlo, secondo quanto hanno riportato il Sun e altri giornali. Le sue parole sono risuonate ancora più offensive perchè pronunciate all’indomani dell’omicidio di due poliziotte a Manchester, dopo che il premier Cameron aveva lodato il sacrificio quotidiano delle forze dell’ordine. Dal sindacato della polizia agli editoriali della stampa (di destra e di sinistra), un coro di sdegno e proteste ha seppellito l’aristocratico deputato. Lui si è scusato per le sue “intemperanze”, negando di avere chiamato “plebei” gli agenti, ma fonti della polizia confermano tutto.

Le richieste di dimissioni di Mitchell crescono con il passare delle ore. Se resterà al suo posto, sarà l’ennesima prova che, a dispetto della forma, i conservatori britannici restano quello che sono sempre stati: il partito della nobiltà, della classe dirigente, dei ricchi. Il classismo, in Inghilterra, è ben lontano dallo scomparire.