www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 29/10/2012  -  stampato il 11/12/2016


Astrea ancora avanti: 3 a 2 sulla Renato Curi Angolana

Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 9^ giornata (9^andata) –  Casal del Marmo, 28/10/2012

 
ASTREA- RENATO CURI ANGOLANA 3-2
 
 

ASTREA (3-5-2): Turbacci, Sannibale, Pentassuglia (19’st Navarra), Cipriani, Bellini, Battisti (9’st Mollo ), Di Fiordo (9’st Simonetta), Ramacci, Mania, Giuntoli, Di Iorio. A disp.: Paracucchi, Difino, Briotti, Lorenzini. All.:  Pino Ferazzoli.

R.C. ANGOLANA (4-4-2): Angelozzi, Di Cecco (40’st Ligocke), Spoltore, Ferrante, Natalini, Farindolini, Ricci, Vespa (30’st Gambacorta), Ferraresi, D’Ancona (21’st Musilli), Pagliuca. A disp.: De Faviis, Di Renzo, Di Bartolomeo, Ranauro Moscardi. All.: Miani.

ARBITRO: Colinucci di Cesena.

RETI: 3’ pt Giuntoli (A), 34’ pt Pagliuca (RC), 39’ pt Vespa (RC), 34’ st Simonetta (A), 35’ st Di Iorio (A).

NOTE: Ammoniti: Pagliuca, Gambacorta. Recupero: pt 1’, st 5’, 150 spettatori circa.

 
 
 

Con una partita generosa e grande carattere l'Astrea ha guadagnato i tre punti scrollandosi di dosso la battuta d'arresto di domenica scorsa maturata nella trasferta contro l'Isernia, riportandosi nelle zone alte della classifica in terza posizione, dietro alle capolista Sambenedettese e San Cesareo a 20 punti, all'Agnolese a quota 18 punti, e attestandosi a pari merito con la Vis Pesaro a quota 17. Tanta parte di quanto ottenuto dai biancoazzurri, oltre a quanto ha saputo esprimere in campo, si può senza dubbio attribuire alle scelte di Mister Ferazzoli, bravo a cambiare in corso d'opera sia l'assetto, sia l'atteggiamento mentale di una squadra che dopo i primi 45 minuti ha chiuso sotto di una rete contro un'ospite  per nulla facile da domare e con  la sconfitta di Isernia da dimenticare in fretta.

E' sul pronti via che è arrivato il primo gol dei nostri:  Giuntoli, tornato in grande forma dopo lo stop di un mese per infortunio muscolare, ha colto con buon tempismo il cross da destra di Ramacci a ridosso dell'area avversaria e con una bella girata al volo ha insaccato in rete sorprendendo l'incolpevole portiere Angelozzi, mettendo a frutto la prima occasione di giornata maturata per i nostri. La reazione della Renato Curi Angolana è arrivata timidamente al 16' pt  con una punizione dalla distanza di Ferrante, che non ha particolarmente impensierito Turbacci ben piazzato tra i pali.

Al 32'pt occasione dell'Astrea con Pentassuglia che ha servito Di Iorio al limite dell'area: sulla conclusione potente del nostro numero nove Angelozzi ha trattenuto salvando provvidenzialmente. Al 34' pt è arrivata la rete del pari, causata da uno svarione in difesa: Turbacci nell'effettuare un passaggio corto a Sannibale ha involontariamente servito l'accorrente attaccante avversario Pagliuca,  che non ha poi sbagliato il facile pallonetto in rete. Stesso errore quattro minuti dopo, stavolta ad approfittarne è stato Vespa, uno dei migliori in campo,  siglando il 2 a 1 al termine di un primo tempo in cui l'Astrea aveva dimostrato ampiamente di poter controllare i pur validi avversari.

Ferazzoli negli spogliatoi ha suonato la sveglia per così dire, incentivando maggiormente i suoi alla costruzione del gioco concertata e ad affidarsi meno ai tentativi di conclusione individuali. La squadra tornata in campo, divenuta progressivamente più offensiva con l'introduzione di Simonetta, Mollo e Navarra, è stata sin dai primi minuti della ripresa un'altra Astrea, capace di trovare sempre più spazi e gioco nelle maglie strette di una Renato Curi che anzitempo si è arroccata in difesa credendo ormai di poter portare a casa i tre punti. Appena entrato, al 9' st Simonetta si è fatto subito vedere pericolosamente in area, servendo a Giuntoli un bel cross che il numero dieci ha indirizzato nello specchio costringendo Angelozzi al salvataggio in tuffo. Al 15' st clamorosamente vicini al pari arrivano anche  Navarra, che ha servito Di Iorio ad un metro dalla riga di porta, e lo stesso Di Iorio che ha però spedito fuori non capitalizzando la buona occasione. Al 26' st Mollo con  calcio piazzato ha sfiorato l'incrocio dei pali dai venti metri. Al 34' st tanto lavoro in avanti viene premiato da una spettacolare rete: Simonetta spalle alla porta realizza dal limite dell'area un eurogol che riporta il match in parità sul 2 a 2. Al 35' st sempre Simonetta è l'autore della punizione che Di Iorio di testa ha infilato alle spalle di Angelozzi per il 3 a 2 finale. Al triplice fischio esultanza ed applausi per i nostri, tutti meritati.

 

Nel campionato nazionale juniores l'Astrea  di Caimabella e Miracapillo pareggia in casa del Città di Marino: uno a uno il finale.

 

I settori giovanili sbaragliano  gli avversari con risultati tennistici: i giovanissimi provinciali fascia B girone F di Riccardo Salvi in casa hanno battuto per 9 a 0 i ragazzi dell'Infernetto, raggiungendo così la prima vittoria utile in campionato. La formazione schierata in campo per l’Astrea: Cesarini (Pignataro), Colasanti, Calimera, (Colombino, Casani (Bettoni), Salaparuta, Giuli (Carlini), Di Carlo (Di Palma), Di Pol, Bava (Matarazzo), Floridi (Falciani), Spositi. A disposizione Pignataro, Colombino, Matarazzo, Falciani, Bettoni, Carlini, Di Palma. All.: Riccardo Salvi

 

MARCATORI: Floridi, Bava,  Di Pol, Spositi (2), Falciani (2), Matarazzo (2).

 

Ad aprire le marcature ci ha pensato Floridi con un buon gol, ha poi raddoppiato Spositi su calcio di rigore ed il primo tempo si è poi chiuso con il gol di Bava. Al rientro dagli spogliatoi dopo lapausa di metà partita, due contropiedi degli ospiti mettono in apprensione la squadra che ha risposto siglando il quarto ed il quinto gol con Di Pol mettendo così al sicuro il risultato. A chiudere le doppiette di Falciani e Matarazzo. Un plauso va alla compagine dell’Asd. Infernetto che fino all’ultimo ha lottato per cercare almeno in gol della bandiera.

 

 Gli Allievi di Mauro Sambucini in trasferta contro la compagine del Palidoro hanno vinto senza troppe difficoltà per 0 a 2, con reti di Palladini e Nghatia.