www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 19/11/2012  -  stampato il 04/12/2016


L'Astrea cade contro il San Cesareo: il derby laziale perso per 2 a 1

Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 12^ giornata (12^andata) –  San Cesareo, 18/11/2012

 
 

SAN CESAREO – ASTREA 2-1

 

San Cesareo: Di Salvia, Sablone, D’Andrea, Galluzzo, Bernardi, Mancini, Crescenzo, La Rosa,  (1’ st Delvecchio ) Delgado (32’ st Hrustic ), Siclari  (32’ st Mucciarelli), Tajarol. A disp. Bravetti, Rufini, Esposito, Fazi. All. Fabrizio Ferazzoli

Astrea: Paracucchi, Sannibale, Cipriani (27’ st Briotti ), Mania, Bellini, Ramacci, Mollo (20’ st Gaeta), Pentussaglia  (9’ st Battisti) Giuntoli, Di Iorio, Simonetta. A disp. Turbacci, Di Fiordo, Difino, Bonanni. All. Giuseppe Ferazzoli.

Arbitro: Rossi di Novara

Marcatori: 15’ st Delvecchio (S), 35’ st Giuntoli (A), 44’ st Sannibale (A).

Note: spettatori 500 circa. Ammoniti: D’Andrea, Bellini, Di Iorio, Giuntoli. Angoli 5-6. Recupero pt 1’, st 5’.

 

Il della famiglia Ferazzoli molto citato nelle cronache sportive degli scorsi giorni in attesa della dodicesima di campionato, è stato alla fine vinto da Fabrizio, allenatore del San Cesareo e autore della sfida contro l'Astrea allo stadio comunale Roberto Pera. L'Astrea di Pino, l'altro Ferazzoli, è apparsa sottotono rispetto a ciò che aveva fatto vedere nelle precedenti partite, confermando l'imbattibilità in casa ma anche le difficoltà che spesso l'hanno fatta soccombere in trasferta in tutta questa prima parte di campionato. Il San Cesareo che ha vinto di misura con un gol di scarto, è riuscito ad imporre ai biancoazzurri i suoi ritmi, e,  se all'Astrea va riconosciuto il merito di non aver mollato dopo la rete del provvisorio 1 a 0 per i padroni di casa, riuscendo poi ad agguantare il pari,  va però anche attribuita complessivamente una prova non all'altezza delle sue potenzialità in termini di personalità messa in campo e conseguentemente di gioco esprimibile ed invece poi non estrinsecato. Fortunatamente  il cammino in campionato è ancora lungo, e la classifica ancora abbastanza corta affinchè tutto possa essere agevolmente recuperato. A contribuire  ad archiviare la sfida contro il San Cesareo  ci sarà  l’altra di mercoledì 21 alle 14 e 30 a Casal del Marmo, quando si recupererà l'undicesima di campionato contro la Vis Pesaro, sospesa per pioggia domenica 11.

La prima occasione di giornata è stata a favore del san Cesareo con La Rosa che al 3' pt dal limite dell'area ha tentato la conclusione finita poi fuori misura rispetto allo specchio difeso da Paracucchi. Al 6' pt Simonetta dalla distanza manda alto sulla traversa. Al 12'pt occasione gol per il San Cesareo:  Paracucchi in  uscita di anticipo su Crescenzo, Crescenzo  è riuscito a  passare a Siclari  a tre metri dalla porta vuota, e Siclari ha spedito clamorosamente a lato. Al 18' pt buona occasione per l'Astrea con Di Iorio che ha effettuato un delizioso cross dalla sinistra per Ramacci e che ha poi calciato dal limite tra le braccia di Di Salvia. Al 26' pt ancora i padroni di casa in avanti con  Siclari che dal vertice dell'area destra ha servito Tajarol: mezza rovesciata, palla a lato del palo.

Nella ripresa al 7' st  Pentassuglia da centrocampo ha servito Simonetta sulla tre quarti e questi  ha concluso verso lo specchio con un tiro potente, ancora Di Salvia ben piazzato non si è fatto sorprendere. Al 15' st Del Vecchio subentrato a La Rosa  ha siglato il provvisorio 1 a 0 per i padroni di casa:  appoggio di Bernardi al limite dell'area e conclusione a rete che non  ha lasciato scampo all'incolpevole Paracucchi. Al 28' st l'azione con la stessa dinamica e lo stesso protagonista del gol si è ripetuta, stavolta la palla è finita sopra il sette della porta.  Al 35' st Giuntoli riporta le cose in parità con un bel gol realizzato di testa a seguito di un calcio piazzato guadagnato dall'Astrea sulla sinistra del campo. Al 45' st a pochi giri d'orologio dal triplice fischio , a recupero ormai concesso, nel tentativo di liberare una palla in area Astrea, Sannibale spalleggiato da Tajarol colpisce la palla di petto, e questa arriva in rete. Due a uno finale.

 

Unica compagine dell'Astrea a sorridere nel weekend di confronti è stata la juniores nazionale allenata da Ciambella e Miracapillo, che nel girone I ha superato di misura l'Anziolavinio in casa: 1 a 0 il finale.

 

Sconfitta per gli Allievi provinciali di Sambucini che con un risultato  un po' bugiardo rispetto ai valori espressi in campo hanno perso la sfida conto i Pescatori Ostia con il risultato di 4 reti a 0. N ella sesta di andata non hanno avuto miglior fortuna neppure  i giovanissimi provinciali di Salvi.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 6^ giornata (6^andata) – Roma Campo G. Castello, 18/11/2012

 

G. CASTELLO - A.S. ASTREA 3 - 0

Astrea: Cesarini (25° st Pignataro), Colasanti, Fonti (20° st Colombino), Bettoni (5° st Vannini), Salaparuta (Cap.), Giuli (V.cap) (25° st Calimera), Iasevoli (20° st Di Palma), Di Pol, Falciani (1° st Bava), Di Carlo (10° st Floridi), Spositi. All. Riccardo Salvi

 

 

Si ferma la corsa dei Giovanissimi dell’Astrea che dopo tre vittorie consecutive vengono sconfitti da un G. Castello maggiormente determinato nei suoi effettivi e ottimamente registrato in difesa. La cronaca della partita vede la squadra ospite tenere il pallino del giuoco per gran parte del primo tempo senza però impegnare la retroguardia avversaria viceversa i locali, grazie alla velocità dei suoi attaccanti, dopo un paio di occasioni bloccate dal portiere biancoazzurro vanno in goal, complice la difesa, allo scadere del primo tempo. Alla ripresa del giuoco dopo una timida reazione da parte della squadra ospite arriva il raddoppio del G. Castello con una conclusione fortunata che il portiere, coperto, non vede partire, il terzo goal viene realizzato su un calcio di rigore generosamente concesso dal direttore di gara. Il forcing biancoazzurro, espresso nei minuti finali, non produce il meritato goal della bandiera che avrebbe meglio manifestato i valori messi in campo dalla due squadre.