www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/12/2012  -  stampato il 03/12/2016


A Casal del Marmo reti inviolate contro il Celano

Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 16^ giornata (16^andata) –  Casal del Marmo, 16/12/2012

 

ASTREA-CELANO MARSICA 0-0

 

Astrea: Paracucchi, Lorenzini, Briotti (18' st  Gaeta) ,Battisti, Sannibale, Di Fiordo, Bellini, Ramacci (8' st De Franco), Di Iorio (36' st Pentassuglia), Giuntoli, Simonetta. A disp.: Turbacci, Cipriani, De Franco, Pentassuglia, Mania, De Vecchis, Gaeta. Allenatore: Pino Ferazzoli.

 

Celano Marsica: Nutricato, Di Stefano, Antonelli, Marfia, Fuschi, Rea, Lancia (41' st De Sanctis), Granaiola, Lazzarini (94' st Luzzi), Rotondi (26'st Salatiello), Valdes. A disp.: Polidoro, Vitale, De Sanctis, Fazi, Salatiello, Luzi, Dema. Allenatore: Luigi Morgante.

 
Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento.
 
 

Note: Al  31' st Salatiello espulso per comportamento irriguardoso nei confronti dell'arbitro. Al 33' st De Franco espulso per  fallo su  Lancia per chiara occasione da rete. Ammoniti: Battisti, Sannibale, Giuntoli (A), Marfia, Lancia e Granaiola. Angoli 3 a 3. Recupero 0' pt, 5' st.

 

Partita giocata su ottimi livelli e finita a reti inviolate quellatra l'Astrea e la Celano Marsica. Primo tempo per l'Astrea sul piano del gioco, secondo con qualcosa in più fatto vedere dagli ospiti e caratterizzato per entrambe le formazioni da iniziative personali più che da costruzioni di gioco corali. Alla fine è stato giusto il pari. In classifica allungano la serie positiva le prime tre del girone: la capolista San Cesareo raggiunge quota 36 dopo aver battuto la civitanovese in casa, mantiene il secondo posto anche la Sambenedettese, che vincendo ad Isernia arriva a quota 34, e resta al terzo anche la Maceratese che segue a 32,  dopo aver stravinto nella trasferta contro la Jesina per  0 a 3.

Al 1' pt lancio di Simonetta dalla tre quarti  per Giuntoli  in area ma il numero dieci dell'Astrea non ha agganciato. Al 14' pt  sempre Giuntoli servito da Simonetta al termine di un'azione insistita, ha concluso a rete ma l'arbitro, aveva già rilevato la segnalazione di fuorigioco da parte dell'assistente. Al 17' pt buona occasione per il Celano con Valdes che si è liberato di Di Fiordo al limite dell'area ma sul suo tentativo di conclusione è intervenuto provvidenzialmente Sannibale spedendo la palla a lato. Al 20'pt Lorenzini su una rimessa in area trova la sponda di Di Iorio per Giuntoli, che colpisce debole di testa senza imprensierire Nutricato ben piazzato tra i pali. Al 31' pt Ramacci al limite dell'area ha servito Di Iorio che ha tentato la girata  ma la palla è finita abbondantemente al di sopra dell'incrocio dei pali. Al 33' pt triangolazione  tra Ramacci che ha aperto a destra verso Bellini e questi ha poi crossato per l'accorrente Simonetta che sulla conclusione non ha sorpreso Nutricato, bravo a fermare la sfera con una parata in due tempi. Al 41' pt tentativo dalla distanza di Marfia che però sfila a lato del palo.

Nella ripresa, al 15' st  la prima buona occasione è arrivata per il Celano con Valdes che ha servito Rotondi al limite dell'area: la soluzione del numero dieci  con girata non ha però inquadrato lo specchio. Al 17' st Briotti dall'angolo ha servito Di Iorio che spalle alla porta ha concluso alto. Al 30' st occasione d'oro per il Celano: Lancia ha aprerto per  Valdes che di tacco in area ha servito Salatiello il quale, non accorgendosi della segnalazione di fuorigioco del guardalinee ha messo in rete la palla, ma chiaramente il gol non è stato convalidato. Sul presunto applauso di Valdes  nei confronti dell'arbitro per non aver assegnato la rete (lui in realtà ha spiegato di avere applaudito il tiro di Salatiello), il numero 11 è stato mandato sotto la doccia. Al 33' st  anche l'Astrea è rimasta  in dieci per l'espulsione di De Franco che è entrato duro su Lancia. Al 95' sul finale De Sanctis, lasciato solo dalla difesa, è arrivato in area  a tu per tu con Paracucchi e  ha sbagliato la mira per un diagonale che poteva essere il gol partita di un match terminato a reti inviolate.

 

Nel campionato juniores ottima prova per i ragazzi dell'Astrea che fermano la capolista Lupa Frascati vincendo di misura  la sfida casalinga per 3 a 2, attestandosi a pari punti con il San Cesareo a quota 22, a nove misure dalla vetta.

 

Gli Allievi provinciali di Mister Sambucini hanno invece fallito l'aggancio al Città di Fiumicino nella sfida al vertice che si è tenuta sabato, proprio in casa della capolista. Non è bastato il vantaggio iniziale dei nostri, ottenuto grazie alla rete di Ranaldi,  per portare a casa i tre punti. Dopo un primo tempo dominato dall'Astrea infatti, i padroni di casa hanno reagito agguantando il pareggio e superando poi di misura l'undici di Sambucini.

 

Non hanno avuto miglior fortuna i giovanissimi di Riccardo Salvi contro il Pian due Torri, vincente per 6 a 3 sulla compagine biancoazzurra.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013 (girone F) – 10^ giornata (10^andata) Roma Campo Pian due Torri 15/12/2012

 

PIAN DUE TORRI - ASTREA 6 - 3

Astrea: Cesarini (15° st. Pignataro), Colasanti (25° st. Bava ), Bettoni (20° st.Calimera), Salaparuta (V. cap. 20° st.Carlini), Fonti, Giuli, Di Palma (18° st Iasevoli), Di Pol, Matarazzo (15° st Falciani), Floridi (Cap. 27° st. Di Carlo), Spositi. All. Riccardo Salvi

Marcatori: Salaparuta 20° pt., Spositi 10° st e 30° st.

 

L’anno calcistico 2012 per i Giovanissimi dell’Astrea si conclude con una sconfitta dal sapore agrodolce, infatti nella partita dove i biancoazzurri ritrovano il gioco e il carattere dimostrati nelle giornate vincenti viene meno il risultato. L’incontro si apre con il goal lampo del numero 11 gialloverde che con una veloce ma solitaria azione punisce una retroguardia avversaria ancora in fase di riscaldamento, la doccia fredda sveglia la compagine ospite che da quel momento costringe i padroni di casa nella propria metà campo fino all’arrivo del meritato pari da parte del rientrante Salaparuta. Nel finale di primo tempo due interventi miracolosi del portiere locale negano il goal a capitan Floridi e chiudono così la prima parte di gara su di un pari che va decisamente stretto all’undici allenato da Mister Salvi. Ad inizio di ripresa è però la squadra di casa che con un tiro non irresistibile, ma pieno di effetto, torna in vantaggio. I giovanissimi dell’Astrea però non demordono e, con una azione insistita, Spositi si procura un calcio di rigore che poi realizza riportando in pari il risultato le susseguenti proteste costringono poi il direttore di gara ad espellere il difensore gialloverde reo del fallo. Calmati gli animi il gioco riprende con i locali a difesa del pari e gli ospiti  in cerca del vantaggio. La svolta della partita però arriva da una incomprensione della difesa biancoazzurra che regala il più classico dei contropiedi alla punta avversaria che senza neanche ringraziare mette in rete per il nuovo vantaggio. Il colpo subito dai ragazzi di Mister Salvi è da Ko e vale anche per le altre marcature dei padroni di casa una delle quali, la quarta, arrivata su di un generoso penalty concesso. La girandola di cambi effettuati dalle due contendenti mette in evidenza anche il valore dei sostituti che subentrati hanno dato prova, per la parte biancoazzurra, di voler reagire al risultato avverso tanto da rimanere in partita fino alla fine regalandosi un goal di ottima fattura sempre con Spositi, per la parte gialloverde, di riuscire con grinta a portare a casa il bottino pieno.