www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/11/2009  -  stampato il 06/12/2016


Fossano: Congresso Regionale Sappe Piemonte

Il 23 ottobre 2009, si è tenuto a Fossano il Congresso Regionale S.A.P.Pe del Piemonte, con la partecipazione del Segretario Generale Dott. Donato Capece, del Segretario Nazionale e Regionale Nicola Sette, dei Vice Segretari Regionali: Corvino Mario, Cofrancesco Silvano e di oltre 40 delegati degli Istituti piemontesi. L’occasione è stata preziosa per analizzare la difficile situazione di sovraffollamento in cui versano tutti gli Istituti piemontesi, con una carenza organica di quasi 900 unità di Polizia Penitenziaria a fronte di un sovraffollamento di oltre 1550 unità oltre la soglia regolamentare.

Si è evidenziata la mancanza di adeguati investimenti in risorse e mezzi ed infrastrutture, che rischia di produrre il collasso del sistema sicurezza, l’esiguo ed offensivo aumento del contratto collettivo di lavoro per il biennio 2008/2009, le mancanze d’organico insostenibile e le vacanze che si creano con i pensionamenti. Il Segretario Generale Dott. Donato Capece, nel suo intervento ha evidenziato:

«Preoccupano i dati dei 13 penitenziari piemontesi che ospitano circa 4.900 detenuti, a fronte di una capienza regolamentare delle strutture pari a poco più di 3.300 posti. Nelle carceri piemontesi lavorano, complessivamente, circa 2.800 Poliziotti rispetto ai 3.720 previsti. Questi dati preoccupanti dovrebbero far riflettere tutti, in particolare i parlamentari eletti in Regione. Quanto si pensa possano resistere gli uomini e donne della Polizia Penitenziaria che sono costretti a trascurare le proprie famiglie per garantire turni massacranti con straordinari nemmeno pagati? »

Gli uomini e le donne della Polizia Penitenziaria continuano a lavorare con professionalità e dedizione in condizioni insostenibili, garantendo il funzionamento degli istituti.