www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 29/01/2013  -  stampato il 09/12/2016


BeneDUCE candidato al Senato: finalmente ha trovato la sua collocazione!

Abbiamo già parlato del successo personale di “Leo BeneDUCE” che grazie alla candidatura a capogruppo al Senato nella lista del Lazio di “Rivoluzione Civile”, suggella il ruolo di leader nel suo sindacato, ma scopre anche la vera vocazione del nostro vecchio amico sindacalista (forse non tutti sanno che Beneduci inziò la sua attività da sindacalista proprio nel Sappe - ove rimase per 5 anni - prima di appropriarsi della poltrona dell'osapp). La discesa in campo di Beneduci, insomma, svela il suo vero talento: quello di politico!

Certo è che non è il primo sindacalista a scendere in campo in politica, la Polverini per esempio è diventata addirittura Presidente della Regione Lazio e il Parlamento ha già accolto ex sindacalisti, ma nel caso di BeneDUCE si tratta più che di un semplice impegno: si tratta di una vera e propria vocazione che finalmente permetterà ai suoi pensieri di trovare la loro giusta collocazione.

Finalmente il nostro eroe potrà legittimamente lanciarsi senza pudori e senza limiti in quei ragionamenti sui “massimi sistemi del mondo” che hanno da sempre contraddistinto la sua attività e i suoi scritti. Ragionamenti, i suoi, che poco hanno avuto a che fare con una vera e propria attività sindacale, ma che a riguardarli (per chi abbia la pazienza e la forza di rileggerli), hanno sempre avuto un carattere più politico che sindacale, più idealista che concreto.

Auguri quindi al neo politico, ex sindacalista, che finalmente ha trovato qualcuno che gli permetterà di sfogare la sua vocazione politica, in grado di filosofeggiare sui "massimi sistemi del mondo", e chissenefrega di tutti i fallimenti sui problemi della Polizia Penitenziaria!