www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/02/2013  -  stampato il 09/12/2016


3 a 2 contro la prima della classe: l'Astrea ferma la Sambenedettese

Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 23^ giornata (6^ritorno) –  Casal del Marmo, 17/02/2012

 
ASTREA-SAMBENEDETTESE 3-2
 

Astrea: Turbacci, Veneziano (17’ st De Franco), De Franco, Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Mollo, Ramacci, Di Iorio, Giuntoli (39’ st Gaeta), Mania

A disp. Paracucchi, Sannibale, Lorenzini, Briotti, Gaeta, Valeri, Della Cioppa

All. Ferazzoli
 

Sambenedettese: Barbetta, Camilli (25’ st Carminucci), Djibo, Scartozzi, Ianni, Marini, Napolano, Carpani, Santoni (23’ st Puglia), Traini, Forgione (45’ st Shiba)

A disp. Piagnerelli, Aquino, Carminucci, Onesti, Akrapovic, Puglia, Shiba

All. Palladini
 

Arbitro: Alfarè di Mestre

 

Marcatori:13′ Giuntoli, 16′ Di Iorio, 42′ Traini, 44′ Santoni, 71′ Di Iorio

 

Note:  Espulso Carminucci, punito  per aver colpito il secondo portiere dell'Astrea in panchina. Ammoniti Marini, Mollo. Angoli 3-2 per l'Astrea, 350 spettatori circa.

 

L'Astrea con una prova maiuscola  e grande tenacia, riaggancia le posizioni utili per avvicinarsi alla zona playoff battendo l'ormai ex capolista Sambenedettese, scivolata al secondo posto dietro al San Cesareo, avanti di un punto dopo la vittoria interna contro la Recanatese. Tre perle di Giuntoli e Di Iorio (quest'ultimo autore di una bella doppietta), stendono dunque i rossoblù, in una delle gare più avvincenti e brillanti della stagione, e che tra l'altro ha confermato l'imbattibilità dei biancoazzurri tra le mura amiche, con ben 9 vittorie e 2 pareggi da inizio campionato. Particolarmente rammaricati nelle dichiarazioni del dopo partita gli ospiti della Samb, che non ci stanno a perdere contro un'Astrea che pure- per stessa ammissione dell'allenatore e del Presidente-  è stata giustamente giudicata superiore per gran parte dell'incontro.  A volte però, anziché cercare inesistenti tesi complottistiche o trame oscure, bisognerebbe accettare che le partite, molto più semplicemente, si possono vincere o perdere, e l'Astrea a Casal del Marmo ha vinto con merito, senza sé e senza ma.

 

Passando alla cronaca, al 3′ pt  punizione dalla trequarti di campo di Napolano, Turbacci blocca sicuro. Al 13′ pt arriva il primo gol dell'Astrea: Giuntoli riceve palla da Ramacci, si inserisce tra Djibo e Carpani e trovandosi a tu per tu con Barbetta pennella un'ottima palla in rete.  Tre minuti dopo arriva il raddoppio dei bianzoazzurri: Di Iorio supera Marini e  a sinistra - dribblando Camilli-  beffa Barbetta insaccando di potenza un gran tiro a giro. Non paga del doppio vantaggio l'Astrea continua a trovar coraggio offensivo e la Sambenedettese sembra annichilita dal 2 a 0 ravvicinato.

Al 29′ pt il tentativo di tiro di  Scartozzi finisce alto.Al 39′  pt angolo di Mania, Battisti di testa manda di poco fuori.

Al 41′ pt  sugli sviluppi di un corner Scartozzi passa a Napolano e questi cede a Ianni. Si accende poi una breve mischia in area dopo il batti e ribatti, poi Traini manda in rete la palla del 2 a 1 che riapre i giochi per gli ospiti.

 Al 44′ pt  Napolano crossa a Carpani, che in rovesciata serve Santoni. La prima conclusione dell’attaccante viene respinta dal buon Turbacci, ma sulla ribattuta l’attaccante non sbaglia la rete del pareggio: 2 a 2.

L'Astrea reagisce subito e al 46′ pt Mania sulla sinistra passa a Giuntoli il cui tiro viene murato da Marini. La palla arriva a De Franco che prova la conclusione ma Barbetta trattiene. Il primo tempo si chiude con il pari.

Nella ripresa, nel 5′ st Mania sulla sinistra mette dentro per Di Iorio, che a un passo dalla porta manda fuori.

Al 9'st ′ st sempre Di Iorio riceve palla a destra e serve benissimo nel suo inserimento  Mollo, che conclude pericolosamente mandando ad un soffio dal secondo palo.

Al 16’ st azione insistita della Samb, con Santoni che prova a sfondare e Napolano, servito da Forgione, che prova una grande imbucata per Djibo ma l’Astrea non consente di passare con la difesa che ferma abilmente tutto.

 Al 25′ st Battisti serve un ottimo assist per Di Iorio, che è bravo a liberarsi di Carminucci e di sinistro trafigge Barbetta mandando sul secondo palo la rete del 3 a 2. 

Al 29’st il destro potente di Mollo dai 30 metri, finisce fuori non di molto. La Samb tenta una timida ripresa ma al triplice fischio, dopo quattro minuti di recupero, la palla viene spazzata via dai nostri. L’Astrea ha potuto festeggiare l’ennesimo successo interno, che le ha dato ragione delle sue incredibili possibilità e del dato oggettivo che il gioco può esprimere, quando tutto funziona, non la rende inferiore a nessun’altra compagine del girone di questo campionato.

 

Festeggia per la  juniores l’Astrea che in trasferta rifila il poker al Ginnastica Sora: 0 a 4 il perentorio finale.

 

A riposo i giovanissimi provinciali, l’altro poker è arrivato anche dagli Allievi provinciali di Sambucini che superano il Palidoro con l’ennesimo e largo risultato utile: Sammarco, Di Mario, Buoso (doppietta) i marcatori.