www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/02/2013  -  stampato il 08/12/2016


Ma possibile che al Dap non si riesce a pianificare nemmeno l'acquisto di un paio di mutande...

Delle due l’una: o i nostri Dirigenti si divertono a prenderci in giro oppure c’è qualcos'altro che non sappiamo…

Artur Bloch scriveva nella Legge di Jones che "Colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno cui dare la colpa".

Quasi tre anni fa ho sollevato i primi interrogativi sul perché e sul per come una Forza di Polizia dello Stato non riesca a rifornire i propri appartenenti del vestiario minimo previsto dai regolamenti. Ho detto quello minimo, non il mantello d’alta uniforme per tutti, o il cappotto … ma le camicie si! Le camicie celesti dell’uniforme ordinaria, quelle almeno non dovrebbero mancare!

Hai un problema con il vestiario? Il problema non ti sarà risolto, ecco perché

Problemi del vestiario: cronistoria dell'applicazione informatica del SADAV

Soldi buttati al SADAV: che inizino a pagare i responsabili

Invece, nemmeno quelle. I nuovi assunti lavorano con quelle bianche perché le celesti non si sa che fine abbiano fatto, non se ne conosce la consistenza nei vari magazzini, non se ne conoscono le taglie, non si riescono a fare acquisti su larga scala in modo da non trovarsi sguarniti di un capo d’abbigliamento così comune, incline all’usura e, soprattutto, indispensabile per lavorare.

La colpa di questa disorganizzazione viene sempre fatta ricadere su qualcun altro, sui dirigenti che c’erano prima, sugli amministratori che si sono succeduti negli anni ... ma fino a quando potremo sopportare questo teatrino?

E' possibile, ancora oggi, leggere le proteste del Sappe sui disservizi riguardo l’attagliamento degli allievi che stanno svolgendo il corso di formazione?  E' accettabile recarsi presso il magazzino vestiario e sentirsi dire che la propria misura non c’è e che "è meglio che ti prendi un paio di taglie sopra o sotto, tanto poi la cambi in istituto”?

Non ci sono camicie, non ci sono uniformi, non ci sono scarpe, non c’è un capo di vestiario della misura giusta! Ma è mai possibile?

Possibile che nessun Generale degli Agenti di Custodia, di tutti quelli che si sono avvicendati negli anni alla Direzione del SADAV (Servizio approvvigionamento armamento e vestiario), è stato capace di organizzare razionalmente il servizio di gestione e distribuzione del vestiario del Corpo?

Qualcuno ci vorrà spiegare come è possibile che un Capo e due Vice Capi Dipartimento, un Direttore Generale dei Beni e dei Servizi e un Direttore del SADAV, tutti altissimi dirigenti dello Stato con remunerazioni da top manager, non riescono nemmeno a pianificare l’acquisto di camice e mutande ? …