www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/03/2013  -  stampato il 09/12/2016


Lavoro all'istituto penale per minorenni: aiutare i minori ed essere orgogliosi della divisa

Ciao sono Giovanni D. M. da Treviso , Sovrintendente di Polizia Penitenziaria in servizio all'IPM di treviso dal lontano 1981.

Scrivo non per lamentarmi, ma parlare di cose positive. Ovviamente il nostro lavoro è molto difficile, tutti i giorni troviamo delle difficoltà... ragazzi chi non le ha? Quindi bisogna prendere il nostro lavoro come una missione... non credete, a volte può dare anche tante soddisfazioni.

Voi direte: "parli tu che lavori ai minori", ma credetemi a volte, specialmente oggi che viviamo nell'epoca dei computer internet iPod e tutte queste altre diavolerie, compreso le famiglie allo sbaraglio, i nostri ragazzi sono disorientati e non capiscono più niente e con tutti questi input è molto difficile.

Credetemi, bisogna aiutarli, dobbiamo essere noi dei modelli positivi, loro sono il futuro.

Da poco sono stato a Roma per un corso di formazione per l’accesso diretto al ruolo di specialista nel trattamento dei detenuti minorenni. Voi pensate che dopo 33 anni che lavoro con i minori avevo bisogno del corso? Eppure sono andato, perche i giovani sono molto cambiati quindi bisogna capire e aggiornarsi. Qui ho incontrato colleghi di tutta Italia persone soddisfatte e motivate per questo tipo di lavoro, gente che ha lavorato tanti anni anche ai maggiorenni. Ovviamente c'era gente anche stanca e chi non lo è?

Dobbiamo essere orgogliosi di indossare una divisa. Noi rappresentiamo lo Stato, non dobbiamo mai dimenticarlo.

Un abbraccio fraterno a tutti e buon lavoro.

Giovanni.