www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/03/2013  -  stampato il 09/12/2016


Cerimonia intronizzazione del Papa. Tutti presenti tranne la Polizia Penitenziaria

 

Ho potuto notare che nel grande servizio di ordine pubblico organizzato per il giorno di elezione di Papa Francesco, sia oggi all'inaugurazione del suo pontificato, tutte le Forze di Polizia erano in campo, esclusa come sempre la Penitenziaria. Ho avuto modo di vedere dalle TV che trasmettevano in diretta l'evento mondiale, decine e decine di Forestali, Vigili Urbani, Carabinieri, Guardia di Finanza, polizia e tantissimi del volontariato. Io capisco che il nostro primo problema è la mancanza di personale, ma possibile che per un tale vento neppure l'ombra di noi?
Possibile che noi della Polizia Penitenziaria abbiamo un capo del personale, Dott. Turrini Vita che è stato nominato giudice della Corte di Appello dello Stato del Vaticano il 31 dicembre 2012, e non abbiamo avuto "l'onore" di partecipare con un esiguo numero di agenti in servizio di ordine pubblico in un evento così importante?
Ma la cosa che ancor più mi ha incuriosito, è che di questo neppure un sindacato ha avuto qualcosa da dire, compreso il mio sindacato per il quale ho l'onore di scrivere e rendere pubblica questa mia lettera.
Io non so a questo punto cosa pensare, forse per qualcuno non era così prestigioso partecipare ad un evento così importante come quello di oggi a Roma, forse qualcuno pensa che l'immagine e il prestigio di un Corpo di Polizia si accresca in eventi meno importanti, o forse è solo colpa mia, che ho osato per un attimo guardare molto avanti,magari ho guardato in avanti e non mi sono reso conto che quello che ho visto è un futuro prossimo, si certo magari fra vent'anni questo non potrebbe mai accadere. 
Scusate ma lasciatemi dire, con tutta sincerità, che è una grande delusione intervenire per rivendicare un' immagine e un prestigio che dovrebbe appartenerci come istituzione, questo purtroppo non riusciamo proprio a farlo emergere e la colpa non è sicuramente la nostra.

Paolo Spano
V. Seg. Prov. S.A.P.Pe.