www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/03/2013  -  stampato il 02/12/2016


Addio a Pietro Tupponi, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria

Ciao Pietro, amico fraterno!

I colleghi di Pontedecimo ricordano Pietro Tupponi

ASSISTENTE CAPO PIETRO TUPPONI,NATO A NUORO IL 14/09/1970

Era l'amico-collega che tutti avrebbero voluto avere.

Un ragazzo che per vent’anni ha fatto servizio nel carcere di Genova Pontedecimo sempre nella speranza del tanto agognato trasferimento, che gli avrebbe finalmente permesso di unirsi alla sua famiglia composta da moglie e quattro figli.
Ogni volta che partiva per un periodo di ferie il suo motto era: "ci vediamo a gebbraio", sperando che quel mese senza nome diventasse un periodo piu' lungo di avvicinamento alla famiglia.

Cosa che, però, puntualmente non avveniva e quando ritornava cantava "la valigia sul letto quella di un lungo viaggio…", lavorando anche un mese di fila senza tregua per poter accumulare riposi e ore di recupero per poter riscappare dalla amata famiglia.

Dopo venti anni è arrivato il trasferimento a Mamone: era la persona più contenta del mondo ma il destino come al solito ci ha messo il becco e solo dopo un giorno di servizio la scoperta del terribile male che dopo alcuni mesi di atroci sofferenze lo ha strappato a noi e alla sua amata famiglia.

Noi ti ricordiamo come una delle persone più buone al mondo e come un collega di cuore.

Ciao Pietro, ci mancherai tantissimo.

I colleghi e le colleghe di Pontedecimo - 24 marzo 2013