www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/04/2013  -  stampato il 07/12/2016


Liberate la Polizia Penitenziaria

E' evidente che si continua a parlare della Polizia Penitenziaria per sentito dire.

Ancor più grave, che parli per sentito dire il vertice politico dell'Organismo.

 

Questo, però avviene in quanto il legislatore ha operato con pressapochismo assecondando esclusivamente le esigenze e le mire della casta. (la casta sono direttori di carcere, tanto per capirci)

Tutto ha inizio con la riforma del Corpo degli Agenti di Custodia, che in modo subdolo diventa una riforma dell’Amministrazione Penitenziaria.

Iniziamo con l’articolo 40 che equipara i Direttori agli appartenenti alle Forze di Polizia, usurpandone lo specifico trattamento economico senza avere gli oneri propri di chi indossa un’uniforme, tanto più un uniforme che nello Stato contribuisce a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica.

Con l’articolo 9 ammantano una superiorità gerarchica che è un obbrobrio giuridico scritto non si sa da quali Soloni di turno.

Il tutto si evolve con la famigerata “MEDURI”, che regala a costoro le qualifiche dirigenziali, con relativi esagerati esborsi economici non giustificati e non presenti in tutte le altre articolazioni dello Stato, detta legge viene elaborata e sospinta dall’On.le MEDURI, il quale è stranamente coniugato con una ex Direttrice di carcere ora “dirigente”…….

La soluzione: LIBERATE LA POLIZIA PENITENZIARIA dalla gestione di arrivisti senza onore ed orgoglio di indossare una uniforme di un Corpo militarmente organizzato al servizio dello Stato.

I direttori, facciano gli “amministrativi”, a noi fateci fare i Poliziotti, dateci i ruoli tecnici e soprattutto imparate a rispettarci, ricordatevi che senza la Polizia Penitenziaria, sareste nulla, meri impiegati statali..

Niente macchine di servizio che vi scorrazzano a piacimento, nessun calendario da distribuire per farsi amicizie che contano, niente celebrazioni e ricorrenze dove andate a fare “VETRINA” come se vi trovaste al n. 6801 di Hollywood Boulevard, e soprattutto stipendi congrui alle vostre mansioni di impiegati d’ufficio.

In poche parole, se non è chiaro: ci stiamo stancando!!!!

Siamo pronti a firmare una legge d’iniziativa popolare per effettuare il transito sotto il Ministero dell’Interno