www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/04/2013  -  stampato il 05/12/2016


Per il Dap il burn out del poliziotto penitenziario da diritto solo ad uno sconto del venti per cento sulla psicoterapia

Ricordo che nel 2010 l'ordine degli psicologi accusò il Dap di avere ridimensionato il ruolo dello psicologo a favore del poliziotto penitenziario.

Oggi, forse in cambio di questo, hanno avuto il loro bel regalo, perché saremo proprio noi poliziotti penitenziari a pagare loro per i nostri eventuali problemi di ... burn out.

Infatti, con un protocollo d'intesa tra DAP e Ordine Nazionale degli psicologi, si è stabilito che la prima seduta di psicoanalisi sarà gratis mentre dalla seconda in poi verrà applicato uno sconto del 20% sulla terapia.

A mio personale avviso, questi sono vergogne che non devono passare in sordina, perché laddove un poliziotto penitenziario dedica una vita di lavoro in una realtà ( carceraria ) sempre afflitta da grandi criticità di sistema che mettono a dura prova il suo equilibrio psicofisico, un sacrificio così grande per lo Stato non può essere ricompensato con uno sconto sulla propria vita.

Noi chiediamo che questo servizio venga reso totalmente gratuito, perché i mali derivanti da prestazione lavorativa non devono pesare anche sulle tasche dei lavoratori.

Errico Maiorisi  

 
A questo indirizzo è visionabile il testo integrale del protocollo di intesa: https://areariservata.psy.it/convenzioni/DAP/ProtocolloDAP.pdf