www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 09/05/2013  -  stampato il 04/12/2016


La livella di TotÚ sulle Feste del Corpo di tutte le polizie. Adesso che sono tutte morte, finalmente siamo tutti uguali!

Ci voleva la famigerata spendig review per parificare tutte le Feste delle forze armate.

Con una circolare della Presidenza del Consiglio (anticipata da una lettera personale di Letta ai rispettivi Ministri) prima l’Esercito e poi la Polizia di Stato sono stati “invitati” a ridimensionare le celebrazioni degli Annuali in ossequio alle esigenze di limitazione della spesa pubblica.

In effetti, Esercito e Polizia di Stato, sono stati chiamati a celebrare la loro Festa Annuale come fa la Polizia Penitenziaria.

La Polizia Penitenziaria, infatti, già da anni festeggia l’Annuale all’interno della scuola di via di Brava a Roma, utilizzando gli allievi delle scuole, in maniera sobria ed economica.

Ovviamente, la Polizia Penitenziaria ha subìto questa scelta, presa dagli Alti Papaveri del Dipartimento che non ha deciso in virtù di nobili intenzioni di contenimento della spesa ma solo perché in tal modo la celebrazione è meno impegnativa per loro, pur permettendogli di frequentare il salotto buono della alte gerarchie dello Stato e della politica.

Come disse il grande Principe De Curtis nella sua Livella, dopo la morte diventiamo tutti uguali!