www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/06/2013  -  stampato il 10/12/2016


La Polizia Penitenziaria alla 20^ edizione della Fiera Campionaria A.R.C.O. IN di Trapani

Come ormai accade da  4 anni, anche quest’anno la Polizia Penitenziaria di Trapani ha allestito uno stand all’interno dei padiglioni della Fiera Campionaria ARCO IN di Trapani che da anni rappresenta un polo d'attrazione per i 400 espositori e i 220.000 visitatori che affollano gli stands e che  si svolge dal  15 al 23 Giugno. 

Le tantissime novità, le occasioni di intrattenimento, i settori specifici che spaziano dall'artigianato alla casa, dai prodotti alimentari al tempo libero e turismo, non fanno che coinvolgere gli operatori e i visitatori in un vortice di interessi da condividere. Come avviene da qualche anno, alcuni stand sono riservati alle Forze dell’Ordine e la Polizia Penitenziaria di Trapani, alla guida del Comandante di Reparto Commissario Giuseppe Romano, non si lascia perdere occasione per mettere in mostra i gioielli di casa, quest’anno rappresentati da un abito d’epoca di una detenuta condannata ai lavori forzati esposta all’interno di una elegante teca, ricostruito, insieme ad altri 5 abiti dell’ottocento carcerario, grazie ad un progetto PON europeo della scuola media G.Pagoto di Erice, in collaborazione con la Casa Circondariale di Trapani, dove 15 detenuti hanno frequentato il corso con ottimi risultati finali.

Quest’anno oltre alla teca con il manichino vestito da condannata ai lavori forzati, fa bella mostra di se anche un quadro a dimensioni naturali di San Basilide, voluto dal Comandante Romano e dipinto dal detenuto rumeno Gherman. Il quadro prende spunto dal santino ufficiale di san Basilide, ma al suo interno sono stati inseriti elementi tipici della ormai ex provincia di trapani, come il tempio di Segesta ed un panorama tipicamente siciliano.

 Un televisore a schermo piatto e un video lettore, hanno rimandato continuamente immagini della Polizia Penitenziaria in servizi operativi.

Un vecchio registro matricola del 1939 in ottimo stato di conservazione è stata la vera attrazione dello stand, in quanto ha suscitato vivo interesse e curiosità tra i cittadini.

Lo stand si è rivelato un ottimo veicolo per accrescere l’immagine del Corpo che non ha assolutamente sfigurato in mezzo agli altri, anzi è stato oggetto di plauso anche per la preparazione storica del personale di Polizia Penitenziaria che ha presidiato lo stand durante le ore di apertura.