www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/08/2013  -  stampato il 03/12/2016


Per Tamburino l'affitto per le caserme sono pochi spiccioli. Ma lo sa quanto costa un litro di latte?

... poi c’è ancora qualcuno che mi domanda perché sono furioso.

Leggete un po’ questo comunicato del Capo del Dap Giovanni Tamburino (capo della Polizia penitenziaria) sulla richiesta di pagamento dell'affitto per le caserme, intitolato “Tamburino: poche decine di euro al mese, per criterio di spending review” :

"Peraltro si tratta di un impegno di poche decine di euro al mese" per gli agenti. Lo afferma il direttore del Dipartimento amministrazione penitenziaria, Giovanni Tamburino, replicando alla denuncia del Sappe sulla novità, prevista per il primo settembre. "Si tratta di una circolare, dunque può essere rimodulata anche in relazione allo stato degli alloggi - sottolinea Tamburino - può avere una certa elasticità ed essere soggetta a revisione. Oltretutto - conclude - la richiesta di alloggio è a discrezione dell'operatore: se fosse obbligatorio sarebbe certamente gratuito". 

Alloggi di servizio risponde Tamburino: pochi spiccioli a carico degli Agenti per far risparmiare l'Amministrazione

Dire “VERGOGNOSO” è troppo poco!

Tamburino, nostro capo, dice che 150 euro al mese sono pochi spiccioli!

Forse qualcuno dovrebbe dire a Tamburino quanto costa un litro di latte o un chilo di pane perché, probabilmente, chi percepisce 25.000 (venticinquemila) euro al mese, e si sposta sempre con scorta e autista, finisce per perdere il contatto con la realtà!

Tamburino ha fatto spendere 40.000 (quarantamila) euro per la ristrutturazione di un alloggio dell’amministrazione penitenziaria al centro di Roma, già ristrutturato dal precedente Capo Dap per 500.000 (cinquecentomila) euro e mai abitato da nessuno.

Anche questi sono “pochi spiccioli”?

Giovanni Tamburino Capo DAP