www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 31/08/2013  -  stampato il 08/12/2016


Spending review: Circolare Inversa. Il personale di Polizia Penitenziaria determina i costi dei privilegi dei Dirigenti

Circolare n. 1 dell'1 settembre 2013

Direzione Generale della Polizia Penitenziaria

Oggetto: individuazione di un primo elenco dei soldi che i Dirigenti dell’Amministrazione penitenziaria dovranno corrispondere quale contributo economico per coprire le spese dei loro privilegi.

VISTO l’avanzare del debito pubblico dovuto anche alle spese legalmente giustificate (ma moralmente ingiustificabili) conseguenti ai soldi necessari per garantire i privilegi dei Dirigenti delle Amministrazioni decentrate (compreso il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria);

VISTO che i Dirigenti DAP escogitano tutte le possibili soluzioni per scaricare sul Corpo di Polizia Penitenziaria  le spese conseguenti al mantenimento dei loro privilegi (Auto blu, alloggi, trasferte, etc.);

CONSIDERATO che la stragrande maggioranza del personale di Polizia Penitenziaria versa in gravi condizioni economiche e di lavoro dovute sì alla crisi economica, ma anche all’incapacità e al menefreghismo del DAP di non saper rappresentare al Governo e al Parlamento l’urgenza di assumere altro personale e sbloccare gli stipendi e le voci stipendiali accessorie;

CONSIDERATO che nel frattempo nessun taglio economico è stato effettuato sugli stipendi e sui benefit dei Dirigenti del DAP;

RITENUTO che al pari del personale di Polizia Penitenziaria anche per i Dirigenti è giunta l’ora di stringere la cinghia;

CONSIDERATO che i Dirigenti DAP sono direttamente responsabili delle tante irregolarità amministrative che avvengono nella nostra amministrazione e che sono causa di numerosissime condanne (anche economiche) da parte dei vari TT.AA.RR. e del Consiglio di Stato;

VISTO che I Dirigenti DAP in piena emergenza estiva delle carceri, dovuta al sovraffollamento dei detenuti e contingente carenza di personale di Polizia Penitenziaria, hanno saputo partorire solo una circolare per far pagare quelle baraccopoli ufficialmente denominate alloggi collettivi di servizio, ai poliziotti penitenziari;

SI DISPONE CHE

I Dirigenti che dispongono di lussuosi uffici del DAP, devono contribuire alle spese di ammortamento dell’acquisto dell’arredo e degli strumenti tecnologici ivi presenti, anche se vi lavorano per poche ore al giorno e per pochi giorni al mese.

I Dirigenti che riescono ad imporre al Capo DAP, oppure sono costretti, a cambiare la propria stanza del DAP, si tengono il mobilio già presente. Eventuale deroga può essere autorizzata per comprovate esigenze personali, ma in quel caso le spese di arredamento sono a completo carico del Dirigente richiedente.

I Dirigenti che dispongono di lussuose auto personali acquistate o noleggiate (ma comunque mantenute dalle nostre tasse), comunemente definite “auto di servizio” e che in pratica vengono utilizzate per l’acquisto della spesa casalinga, per accompagnare i figli a scuola, per portare la moglie (o altro) a cena, per andare a trovare i parenti con la scusa di fantomatiche visite nelle sedi periferiche… etc. dovranno contribuire alle spese di acquisto/noleggio delle auto e loro manutenzione.

I Dirigenti che dispongono di personale di Polizia Penitenziaria disposto (o costretto) ad effettuare: a) pulizie casalinghe; b) accompagnatmento di parenti del Dirigente; c) spesa; d) baby sitter; e) traslochi etc. dovranno partecipare al costo dello stipendio del personale impiegato in modo improprio. Il costo è dovuto anche in caso di personale che si propone di propria iniziativa, in quanto personalmente incline al lecchinaggio.

Le spese a cui viene condannata l’Amministrazione penitenziaria dai vari Tribunali Amministrativi Regionali e dal Consiglio di Stato, conseguenza delle (a volte abnormi) disapplicazioni della Legge da parte dei Dirigenti del DAP, dovranno essere corrisposte - per intero - dal Dirigente responsabile.

Tempi, modi, importi calcolati e ulteriori voci da aggiungere alla presente circolare, verranno specificati in una prossima circolare applicativa.

Firmato
tutto il personale di Polizia Penitenziaria (stanco e incazzato)