www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 20/09/2013  -  stampato il 03/12/2016


Inchiesta de Il Tempo: Vip da proteggere. Ecco i nomi dei privilegiati del Ministero della Giustizia e del Dap

Inchiesta de IL TEMPO sui nomi "eccellenti" a cui è assegnata una scorta di una delle Forze di Polizia italiane. Sono oltre duecento gli intoccabili difesi ogni giorno da centinaia di angeli custodi di carabinieri, polizia, guardia di finanza, polizia penitenziaria e corpo forestale dello Stato. L'elenco degli scortati nella Capitale è aggiornato ai primi di settembre. Sfora di parecchio i 200 servizi quotidiani, tra scorte e tutele.

L'elenco comprende anche un certo FRANCESCO (di "professione" Papa della Chiesa Cattolica Romana) e di certo crea qualche perplessità nel confronto con gli altri dell'elenco, ma rende ancora più netta la differenza tra i vari personaggi.

I NOMI "famosi" DEL DAP anche quelli passati ad altro incarico (tra parentesi il numero di uomini della scorta e incarico):

ALFANO Angelino (10 - ex Ministro della Giustizia attuale Ministro dell'Interno)

ARDITA Sebastiano (4 - ex Direttore Generale Detenuti e Trattamento DAP attuale procuratore aggiunto Messina)

CANCELLIERI Anna Maria (10 + 6 Ministro della Giustizia)

CASCINI Francesco (4 - attuale Vice Capo DAP)

DI GREGORIO Silvio (8 Direttore carcere di Parma, Ufficio trasferimenti DAP)

FALZONE Federico (4 Direttore DAP)

IONTA Franco (4 ex Capo DAP attuale procuratore aggiunto Roma)

MATONE Simonetta (4 ex Vice Capo DAP attuale Capo DAG)

PALMA Nitto (2 ex Ministro Giustizia attuale Senatore)

PELLICCIA Bruno (1 Direttore Uspev)

PISCITELLO Roberto (16 + 6 Direttore Generale Detenuti e Trattamento DAP)

SABELLA Alfonso (4 Direttore Generale Beni e Servizi DAP)

SEVERINO Paola (8 ex Ministro della Giustizia)

TAMBURINO Giovanni (4 Capo del DAP)

TURRINI VITA Riccardo (2 Direttore Generale Personale e Formazione DAP)

 

Prima Pagine de IL TEMPO sulle scorte delle Forze di Polizia

 

I big rientrano nel livello 1 (tre auto più una di staffetta) mentre a scendere, il livello 2 prevede un paio di macchine blindate. Il terzo obbliga a un'auto blindata, mentre il quarto prevede un poliziotto di tutela.

I sindacati delle forze di polizia (per la Polizia Penitenziaria solo il SAPPE) si domandano con sarcasmo se sia una vera esigenza schierare questo esercito di guardaspalle, oppure se si tratta di fare un favore a questo o quel politicoche non vuole rinunciare ad un prezioso status simbol. Un privilegio mantenuto nonostante le mille promesse di tagli.

http://www.iltempo.it/

 

I corsi di deontologia servono a chi fa le scorte o a chi è scortato?

 

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento