www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 15/10/2013  -  stampato il 04/12/2016


Caro Ministro, cambiare passo per guardarsi in faccia allo specchio, non per presentarsi all'Europa

Cara Signora Ministro della Giustizia, le agenzie stampa ieri hanno riportato una sua frase: “'Noi dobbiamo presentarci in Europa a maggio dimostrando che abbiamo cambiato passo''.

Ebbene, Lei come Ministro, così come il nostro caro capo dap Giovanni Tamburino e il suo fido vice Luigi Pagano, sembra che siate ossessionati dalla scadenza impostaci dall’Europa con l’ormai famigerata "Sentenza Torreggiani”.

Ma più della scadenza europea, è indispensabile cambiare passo e alla svelta perché tutta la Polizia Penitenziaria è stanca di ascoltare soltanto discorsetti sui “poveri detenuti”!

E' ora di smetterla di fare proclami sulle cose da fare ... c'è bisogno di “sporcarsi le mani”.

Non si possono solatnto visitare le fabbriche di panettoni di Padova, il teatro di Volterra, i progetti di Milano Bollate ... c'è bisogno di risolvere problemi come quello di Lucca.

Più dell’Europa, ciascuno dovrebbe preoccuparsi della propria immagine riflessa nello specchio la mattina.