www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/10/2013  -  stampato il 05/12/2016


Mondo penitenziario: intervenire presto e bene!

Ad oggi, la situazione complessa delle Carceri e della Polizia Penitenziaria richiede un intervento quanto più immediato e risolutivo. Soprattutto, in vista del termine ultimo della Corte Europea.

Uno degli argomenti più battuti  è il sovraffollamento della popolazione detenuta negli Istituti Penitenziari. Nonostante, ogni realtà detentiva, sia testimone di una verità più o meno grave, non si può negare, che il denominatore comune rimane lo stesso: “Intervenire presto e bene!”

Il sovraffollamento, diventa problematico nella gestione, anche perché si rispecchia nel lavoro del poliziotto penitenziario, non soltanto dentro le mura del carcere, ma anche in tutti quei movimenti necessari del detenuto con servizio scorta, verso l’esterno.

Ne sono esempio evidente: le udienze in Tribunale, le visite ambulatoriali programmate nelle strutture ospedaliere, i colloqui tra detenuto uomo e detenuta donna, laddove previsto e autorizzato, visite immediate in pronto soccorso, permessi con scorta ecc.

Si può ben comprendere come la Polizia Penitenziaria, ad oggi versi, in particolari difficoltà, dato la carenza di organico che sembra essere una costante perenne all’interno delle carceri.

Come si riesce a fronteggiare a tutto, allora? Si affronta! Ma , con grande difficoltà!

Inoltre il sovraffollamento della popolazione detenuta, diventa ancor più difficile da gestire quando si prendono in considerazione le strutture carcerarie più “vecchie” che necessitano di una evidente opera di ristrutturazione.

E’ importante  intervenire con una misura d’impatto! Anche perché ormai è troppo tempo che se ne sta parlando; e di conseguenza è necessario non fermarsi qui!

Un intervento capace di migliorare quelle che sono le attuali condizioni del mondo penitenziario!

Prendere seriamente in considerazione tutto ciò che può essere utile, per cercare di risolvere una volta per tutte il sistema carcere. Perché non avrebbe senso attuare misure temporanee, per ritrovarsi poi da qui a qualche anno, nuovamente nella stessa drammatica situazione!