www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/11/2013  -  stampato il 06/12/2016


I sindacati della Polizia Penitenziaria e la Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma ci si riferisce ad uno stato psicologico particolare che si manifesta in seguito ad un episodio estremamente violento o traumatico, ad esempio un sequestro di persona o un abuso ripetuto. Il soggetto affetto da Sindrome di Stoccolma durante l’abuso o la prigionia, prova un sentimento positivo, fino all’amore, nei confronti del proprio aguzzino. Si crea una sorta di alleanza e solidarietà tra la vittima e il carnefice. Oh, non lo dico io, l’ho letto su Wikipedia eeeh! http://it.wikipedia.org/wiki/Sindrome_di_Stoccolma

Però a leggere certe parole mi sono subito venute in mente tante sigle sindacali della Polizia Penitenziaria, ma anche tanti, tantissimi poliziotti, che nei confronti dell’Amministrazione penitenziara, e in particolar modo per alcuni Dirigenti (soprattutto per i più “potenti”), manifestano i tipici sintomi di questa particolare sindrome.

Inizialmente pensavo si trattasse di attegiamenti tipici del “lecchino”, di persona abituata a compiacere il proprio superiore per ottenere vantaggi e favori... e invece no.

Ci sono alcuni sindacati, ma sarebbe meglio parlare di singole persone che si sono infiltrate in alcuni sindacati e ne sono gli unici esponenti, che di vantaggi ne hanno avuti ben pochi.

E’ forse un vantaggio quello di farsi fotografare con qualche VIP a braccetto?

Oppure è un vantaggio quello di conversare amabilmente con certi Dirigenti della nostra Amministrazione?

Sicuramente hanno vantaggi economici e di favori d’altro genere, ma non ne avrebbero di maggiori a fare sindacato come si deve?

Che senso ha compiacere ed adulare l’Amministrazione penitenziaria per ogni “sparata” che tira fuori (e negli ultimi mesi ne ha sparate di cavolate il DAP…)?

Qual’è lo scopo di scrivere lettere-fantoccio di protesta quando poi si va a braccetto con i propri carnefici e lo si sbandiera ai quattro venti sulle proprie pagine Facebook?

“Lo fanno solo per prendere in giro i colleghi e raccimolare tessere” direte voi ... ma secondo me c'è anche odore di epidemia da Sindrome di Stoccolma.