www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/12/2013  -  stampato il 07/12/2016


La Notizia (falsa) della carenza d’organico nella Polizia Penitenziaria dovuta ai distacchi nei Ministeri

Per anni i giornalisti non si sono voluti occupare di carcere. O meglio, per anni si sono occupati solo di casi eclatanti, ma anche per quelli, solo quel tempo in cui la notizia rimaneva di moda. Mai che nessuno abbia voluto affrontare con un’inchiesta seria i problemi delle carceri così come meriterebbero e cioè ricercando le cause, analizzando le azioni e i risultati di chi ha avuto l’incarico di dirigere il Ministero della Giustizia e il DAP. Soprattutto, andando a conoscere meglio il DAP, si sarebbero conosciuto personaggi del “calibro” di Emilio Di Somma, Luigia Mariotti Culla (tanto per citarne alcuni di ieri) ed altri come Giovanni Tamburino di oggi.

Si poteva tentare di individuare le cause del malessere del “Pianeta Carcere”, per esempio andando a leggere i numeri delle statistiche che anche il DAP sforna ogni tanto. Ma se poi uno non riesce nemmeno a leggere allora l’impresa è davvero dura…

Accade così che pure il quotidiano (per loro stessa ammissione di stampo “Renziano”) de “La Notizia”, diretto da Gaetano Pedullà, sbatta il mostro in prima pagina con una “inchiesta” di Clemente Pistilli che pubblica l’intera prima pagina con una bufala che solo per caso dice una mezza verità.

Ecco la copertina che La Notizia ha pubblicato il 21 dicembre 2013:

Carenza d'organico Polizia Penitenziaria - La Notizia (falsa)


Mancano settemila poliziotti penitenziari? Vero! Peccato però che nell’articolo il numero esatto che viene riportato è di 6.513 unità di Polizia Penitenziaria che “sono distaccate nei vari Ministeri” così come da dati del DAP riferiti al 30 giugno 2013. Il numero però è lo stesso riportato in un documento del DAP che fornisce alcune statistiche “aggiornate” a sei mesi fa e da cui parte l'inchiesta (l'inchiesta?) del giornale. Il documento del DAP infatti riporta una tabella con i seguenti numeri:

Personale dell’Amministrazione penitenziaria (30 giugno 2013):

Personale comparto ministeri: 6.513
Personale di Polizia Penitenziaria: 38.534
Detenuti presenti: 66.028

 

In Italia, stando a questi stessi dati, ci sono almeno più di centomila persone che avrebbero potuto spiegare a Clemente Pistilli la differenza tra Comparto Ministeri e personale di Polizia Penitenziaria. Sarebbe stato sufficiente che il buon Pistilli avesse chiesto ad uno di loro e la figuraccia del “Falso Mostro” battuto in prima pagina, si sarebbe potuta argomentare meglio, soprattutto non denigrando le denunce del Sappe.

In buona sostanza il "bravo" giornalista ha equivocato il personale del comparto ministeri (6513) con il personale di polizia penitenziaria confondendo educatori, ragionieri, assistenti sociali. ecc. con poliziotti penitenziari imboscati.

Nello stesso articolo infatti l’esperto giornalista di turno, accosta il numero dei 6.513 poliziotti “imboscati” nei Ministeri, alla denuncia del SAPPE che nei giorni scorsi lamentava il mancato inserimento nella Legge di stabilità, dell’assunzione di almeno 500 Poliziotti penitenziari per l’anno prossimo, così come previsto per tutte le altre Forze di Polizia.

Ignoranza o malafede ?

Così va l’Italia.

Da un lato un Capo Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria e suoi Dirigenti sottoposti, che se ne fregano delle condizioni disumane in cui lavorano i Poliziotti penitenziari e dall’altro giornalisti poco inclini alla regola della necessità di verificare le notizie prima di sbattere il “Mostro” in prima pagina.

Per il Direttore de La Notizia Gaetano Pedullà e per il giornalista di “inchiesta” Clemente Pistilli, consigliamo di consultare il sito www.sappe.it e www.poliziapenitenziaria.it per farsi un’idea e magari contattare la Segreteria del più rappresentativo Sindacato della Polizia Penitenziaria, prima di scrivere simili banalità che non sono utili a nessuno, oppure consigliamo loro di aggiungere un "FALSA" dopo il titolo della loro testata LA NOTIZIA...

Nella foto: parte delle Redazione de La Notizia (presa dalla pagina Facebook del quotidiano).