www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/02/2014  -  stampato il 04/12/2016


Il Dap prossimo venturo. Possibili modifiche al decreto di riorganizzazione: resta l’Ispp e un vice capo di meno

Oggi, probabilmente, il Consiglio dei Ministri (oltre alla questione dei Sottosegretari) affronterà anche il problema del decreto di riorganizzazione del Dap.

La partita, come ha detto pubblicamente il Ministro Orlando ai sindacati, è stata riaperta e non sono stati esclusi cambiamenti dell’ultima ora.

Tra le altre cose, è stato messo in discussione il declassamento dell’Ispp sul quale appare probabile un dietro front.

Sembrerebbe, almeno secondo le voci di palazzo, che si sia formato un asse catto-comunista capace di influenzare certe scelte.

Sempre secondo le chiacchiere di palazzo, nella nuova riorganizzazione sarebbe lasciata intatta la dirigenza generale dell’Ispp a sfavore di un posto di Vice Capo Dap, che tornerebbe ad essere uno solo.

Se così fosse, si potrebbe concretizzare lo scambio di posto tra Turrini Vita (che andrebbe all’Ispp) e De Pascalis (che tornerebbe alla Direzione Generale del Personale).

Resterebbero in piedi, invece, tutte le incertezze su chi rimarrà senza posto di funzione per effetto della soppressione dei quattro provveditorati. Mentre non si parla più di nuove promozioni a dirigente generale stante la mancanza di posti disponibili, almeno (forse)  fino al prossimo mese di aprile.

Tramontata l’ipotesi Gratteri, non è però escluso l’avvicendamento di Giovanni Tamburino che, anzi, è diventato molto più probabile (quasi certo).

L’eventuale avvicendamento potrebbe riguardare anche i due Vice Capi Dap (Pagano e Cascini) dei quali, comunque, uno perderebbe la poltrona.

Peraltro, Nicola Gratteri sembrerebbe candidato ad un incarico di una certa rilevanza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sull’altro fronte, sembra ormai certa la nomina a Vice Ministro di Enrico Costa (nipote di quel Raffaele Costa che fu sottosegretario anche da noi) mentre circola il nome di Tito Di Maggio (fratello dell’indimenticabile “nostro”Francesco Di Maggio) come probabile sottosegretario.

Il Consiglio dei Ministri è in corso … non ci resta che aspettare.
 
 
 
AGGIORNAMENTO DOPO CONSIGLIO DEI MINISTRI:
 
 
 
NUOVO AGGIORNAMENTO:
 
Enrico Costa assume l'incarico di Vice Ministro