www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/03/2014  -  stampato il 10/12/2016


Perché non prendiamo esempio dalla Svizzera? In Canton Ticino è stato licenziato il Direttore delle Carceri (equivalente del nostro Capo Dap) perché “ … non ascolta il personale.”

La Svizzera è una Confederazione e, pertanto, i suoi Cantoni sono veri e propri Stati indipendenti (un po’ come gli USA o la Germania).

Pertanto, il Direttore delle Carceri del Canton Ticino può essere considerato, a buona ragione, l’equivalente del nostro Capo Dap.

E, allora, veniamo alla notizia che ci interessa da vicino.

Cito, testualmente, l’agenzia di stampa pubblicata da ticinonews il 22 febbraio scorso:

 

Svizzera: "non ascolta il personale"... licenziato il direttore delle carceri ticinesi

 

Fabrizio Comandini sarà sostituito a interim da Marco Zambetti. Lui replica: "Decisione ingiustificata". Una clamorosa notizia è emersa oggi durante la conferenza stampa del Dipartimento delle Istituzioni in merito alla riorganizzazione delle carceri ticinesi. È stato infatti comunicato che il direttore delle carceri Fabrizio Comandini è stato licenziato. Sarà sostituito a interim da Marco Zambetti. Nel frattempo, sarà pubblicato il concorso per l'assunzione di un nuovo Direttore.

Il motivo del licenziamento di Comandini, che era in carica dal 2008, è da ricondurre a pecche di tipo organizzativo e ad una gestione ritenuta troppo dirigista. L'audit realizzato dall'azienda di consulenza Tc Team Consult su mandato del Dipartimento delle Istituzioni per analizzare il settore dell'esecuzione delle pene ha infatti mostrato un certo malessere delle guardie nei suoi confronti. Comandini sarebbe stato troppo distante dal personale per cui il dipartimento ha deciso di prendere questa decisione che suona tanto di fulmine a ciel sereno.

La prossima settimana il direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi incontrerà insieme al direttore ad interim e al direttore della Divisione della giustizia Giorgio Battaglioni tutto il personale delle Strutture carcerarie per illustrare personalmente i cambiamenti in atto nonché la nuova organizzazione. "Prendo posizione unicamente per quanto riguarda la mia persona" afferma dal canto suo Comandini, intenzionato ad opporsi al provvedimento. "Reputo infondate le considerazioni nei miei confronti e ingiustificata la decisione. Valuterò i mezzi legali a mia disposizione".

 

Beh, che dire … se dovessimo applicare gli stessi criteri di valutazione al nostro Capo Dap, si dovrebbe licenziare da solo!

Sarebbe davvero il caso di cominciare ad importare qualcosa da paesi più evoluti del nostro, magari cominciando proprio dalla Svizzera.