www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 13/04/2014  -  stampato il 09/12/2016


Il “niet” del DAP ad Antigone sui dati delle carceri: un’amministrazione sempre più isolata

Ormai è palese: siamo di fronte ad una dirigenza arroccata in assetto difensivo come se fosse assediata da tutte le parti. Atteggiamento tipico di chi non è in grado di uscire fuori allo scoperto e che vede “fantasmi” in ogni dove.

Lo dimostra l’inadeguatezza del gesto e delle parole usate dal Capo del DAP per intimare a tutti i Provveditorati di non fornire informazioni e dati sulle carceri all’Associazione Antigone che da decenni si occupa del settore penitenziario.

Il DAP avverte i Provveditorati: non dovete fornire dati e informazioni sulle carceri

Non è la prima volta che il DAP si abbassa a simili sotterfugi difensivi. Sempre la gestione Tamburino, nei mesi scorsi, ha subìto la vergogna dei dati sbagliati sulla capienza delle carceri, sui quali è stato clamorosamente smentito dalla Ministro Cancellieri. Per non parlare, poi, della "propaganda" sulla sorveglianza dinamica.

In un Paese normale dopo lo scandalo dei dati falsi sulla capienza delle carceri qualcuno sarebbe stato messo alla porta ...

Sorveglianza dinamica e apertura delle celle: quello che il DAP non dice ...

 

Il DAP non ha mai brillato nel settore della comunicazione pubblica, ma almeno prima, rimanendo in silenzio, uno poteva anche avere il dubbio di avere di fronte un interlocutore che stava riorganizzando le proprie idee.

Questa Circolare, a nostro parere, getta discredito su tutta l’Amministrazione penitenziaria ed è l’ennesima conferma di quale sia la levatura del Capo del DAP e di chi lo consiglia.

Dov’è quel “carcere trasparente” di cui il DAP si è tanto riempito la bocca negli ultimi venti anni? Dove sono le regole minime di informazione, amministrazione pubblica, rendicontazione, trasparenza, se poi un Capo del DAP non ha vergogna di scrivere certe parole e nessuno dei suoi stretti collaboratori è in grado di fermarlo, di farlo ragionare, di consigliarlo per il bene dell’Amministrazione?

I toni da “Soviet Supremo” utilizzati dalla circolare ai Provveditorati sono del tutto inadeguati, per tanti motivi. Sono fuori tempo, fuori luogo, inutili e per questo anche dannosi per quella stessa “immagine” che Tamburino, proprio con quelle parole ai Provveditorati, aveva la presunzione di voler difendere ...

Speriamo che questa sia l’ultima figuraccia della gestione Tamburino & Co. nel governo di un’amministrazione dello Stato così importante come quella penitenziaria e che i cambi dei vertici previsti dallo spoil system del Governo, arrivino al più presto a bussare a Largo Daga e si portino via questa stuola di dirigenti allo sbaraglio.

 

Dati statistici sulle carceri: sarebbe ora che anche al DAP arrivasse la GLASNOST

 

Carceri. Perché il Dap se la prende con Antigone? «Hanno paura che la verità arrivi in Europa?»  (Tempi.it)

 

I bluff del DAP - Gli addetti stampa e i portali della formazione

 

Statistiche carceri: il DAP ammette discordanze tra i dati pubblicati