www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 24/04/2014  -  stampato il 09/12/2016


Tamburino e Pagano: cosa volete ancora dalla Polizia Penitenziaria?

In questi giorni si susseguono circolari su circolari, specchietti per le allodole da riempire con percentuali di detenuti “aperti” per otto ore, affannati gruppi “Torreggiani” che monitorizzano le celle e sono sempre pronti a rimproverarti se in una cella spunta un detenuto in più, magari solo un errore di distrazione: si accende la lampadina rossa e subito una telefonata ti raggiunge, seguita da una e mail per avvertirti che siamo fuori di qualche centimetro dai tre metri quadri a testa per detenuto … Allarme rosso! allarme rosso! ….. tipo film di guerra sui sommergibili.

E’ questa per adesso l’unica preoccupazione dei Super Manager del DAP.

Presentarsi in Europa dicendo: ce l’abbiamo fatta!

Abbiamo applicato la sentenza che prende il nome da quello sconosciuto ladro di TIR che è riuscito a mettere in ginocchio lo Stato ed è riuscito a stravolgere modalità lavorative che andavano avanti, giuste o sbagliate, da un secolo.

Ciò che la politica non è riuscita a fare negli ultimi 30 anni ha fatto questo signor Torreggiani.

Si, ce l’abbiamo fatta ma, come al solito, non abbiamo investito un euro … ce l’abbiamo fatta all’italiana.

La sezione non si presta alla Torreggiani poiché ha il ballatoio molto stretto?

Non importa, o vi adeguate o vi adeguate, abbiamo degli steps da rispettare.

Per rispettare gli orari dei passeggi siamo costretti a fare gli straordinari?

Non importa dobbiamo assicurare almeno 8 ore fuori dalle celle.

Ma se i detenuti non sono d’accordo e vogliono lasciato chiuso il cancello?

Non importa: li cambiate di cella e li mettete in un’altra sezione.

Ma c’è il pericolo di prevaricazione lasciando 100 detenuti aperti, liberi di scorazzare sui piani …..

Non importa voi vi dovete comportare come dei poliziotti di quartiere …….

Ma abbiamo un organico carente di 7.000 unità ed un personale che (in alcune carceri con punte massime del 70%) ha superato il 50° anno di età, come facciamo?

Non importa c’è la vigilanza dinamica …….

Ma per fare la vigilanza dinamica ci vorrebbero le telecamere …..

Non importa fatele installare!

Ma il ragioniere dice che non ci sono i soldi ……..

Non importa fatela lo stesso senza telecamere.

Egregi dottori Tamburino e Pagano, sicuramente il 28 maggio vi presenterete in Europa fornendo dati, numeri, rassicurazioni, ma quello che andrete a dire non corrisponde alla realtà e rischia di mettere in serio pericolo l’incolumità della Polizia Penitenziaria e la tanto decantata sicurezza che ormai non esiste più; lo dimostrano le decine di risse tra detenuti successe in questi ultimi giorni e i numerosi feriti tra gli agenti.

Ma cosa volete ancora dal personale di questo Corpo?

Di quali responsabilità volete caricare ancora i Funzionari di questo Corpo che operano in periferia, in prima linea, continuamente mortificati dai Direttori e da una politica che esclude la meritocrazia e che al suo posto premia la “leccologia”?