www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 19/05/2014  -  stampato il 10/12/2016


Luigi Pagano chiede a Ristretti Orizzonti di censurare le notizie del SAPPE

Si avvicina la scedenza dei termini entro i quali la Corte europea dei diritti dell'uomo ha intimato all'Italia di adeguarsi a determinati standard di vivibilità delle carceri italiane e i vertici del DAP hanno ormai perso la lucidità necessaria.

Nelle settimane scorse e nei mesi passati la coppia Tamburino & Pagano si è lanciata nell'impresa della cosiddetta "sorveglianza dinamica" accompagnata dall'apertura delle celle per almeno 8 ore giornaliere.

Incalzati dal SAPPE che sta dimostrando come queste due "presunte soluzioni" altro non siano che l'ennesimo espediente del DAP per nascondere i numerosi problemi strutturali dell'amministrazione penitenziaria, ecco come il Vice Capo del DAP, Luigi Pagano, ha chiesto a Ristretti Orizzonti di non pubblicare i comunicati stampa e le notizie diffuse dal SAPPE, l'unico Sindacato della Polizia Penitenziaria che sta protestando contro questa amministrazione.

Luigi Pagano chiede di censurare le notizie del SAPPE

 

La "riforma" di Tamburino&Pagano, bloccata dall'ultimo degli Agenti di Polizia Penitenziaria