www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 03/06/2014  -  stampato il 05/12/2016


Irregolarità Concorso Polizia Penitenziaria: Il Sappe chiede l’annullamento delle prove selettive

Con una lettera indirizzata al Ministro Orlando e al Capo di Gabinetto Melillo il Sappe, primo Sindacato del Corpo, ha chiesto l’annullamento delle prove selettive del concorso da allievo agente tenutesi nello scorso mese di maggio.

LEGGI L'INTERVENTO DEL SAPPE

Il Sappe, nel prendere atto di quanto accaduto durante le prove, allorquando tre candidati sono stati trovati in possesso di elaborati già compilati e gli atti sono stati trasmessi alla Magistratura, ha chiesto al Ministro Orlando di annullare o congelare il concorso con un provvedimento amministrativo in autotutela.

Secondo il Sappe, infatti, considerati i precedenti  casi analoghi (concorso vice ispettore 2003 durato dieci anni) ha esternato al Guardasigilli tutti i propri timori per il rischio di non potere immettere in servizio i nuovi agenti.

Considerata la gravissima carenza di organico della Polizia Penitenziaria e la perdita di quasi mille unità all’anno a causa dei pensionamenti, il Sappe ha pregato il Ministro di valutare ancora una volta l’opportunità di assumere gli idonei non vincitori dei passati concorsi al fine di immettere in tempi brevissimi forze nuove in servizio.

Per quanto riguarda, invece, il concorso in questione il Sappe ha auspicato che venga annullato o quantomeno congelato l’iter, per dare subito corso ad un altro bando pubblico con procedure selettive accelerate. 

Questo il link all'intervento del Sappe: