www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/07/2014  -  stampato il 11/12/2016


Calebrazione per San Basilide a Regina Coeli: le parole del capo dei Cappellani delle carceri

Si è svolta ieri mattina, nel carcere romano di Regina Coeli, una cerimonia in occasione della festa di San Basilede, il Santo Patrono della Polizia Penitenziaria.

L’Ispettore generale dei Cappellani delle carceri, don Virgilio Balducchi, nella sua omelia ha commentato la preghiera del Corpo ed ha sottolineato le pa parole Luce e forza per invitare a "chiedere a San Basilide la forza e la luce di Dio Padre per sostenere tutte le fatiche del Corpo della Polizia Penitenziaria nella quotidianità e nella vita".

Alla cerimonia ha partecipato una numerosa rappresentanza del personale di Polizia Penitenziaria e direttori dell'Amministrazione penitenziaria.

 

BENEVENTO

Festeggiamenti alla Casa Circondariale di Benevento in onore di San Basilide, santo patrono del corpo della Polizia Penitenziaria. Un momento di unione e amicizia per tutti gli agenti che quotidianamente sono impegnati per la sicurezza dei detenuti all'interno del carcere sannita.

“Ci è sembrato giusto – spiegano le sigle sindacali promotrici dell'iniziativa – portare anche nel Sannio la festa di San Basilide, visto che da qualche anno la manifestazione era stata messa un po' in secondo piano”. L'effige del Santo martire è stata portata in processione lungo le strade del quartiere Capodimonte fino alla parrocchia San Giuseppe Moscati. A guidare i fedeli, i familiari degli agenti e i vertici della casa circondariale è stato i cappellano padre Salvatore D'Alessandro.

 

ENNA

Festa in onore del proprio patrono, San Basilide, per il corpo di Polizia Penitenziaria che si è ritrovato nella cappella del carcere di Enna per partecipare alla messa celebrata dal cappellano padre Giacomo Zangara. A prenderne parte anche il direttore Letizia Bellelli, il comandante degli agenti di Polizia Penitenziaria, Giuseppe Scarlata, il personale amministrativo e gli educatori che ogni giorno prestano servizio all’interno del carcere ennese.

Nella sua omelia padre Zangara ha evidenziato come “Gesù si incarna negli ultimi e in modo particolare nei carcerati e come la testimonianza il martire Basilide ci spinge a mettere al primo posto il valore della fede che si rende visibile nelle opere di misericordia”. Il direttore Letizia Bellelli ha invece sottolineato l’osservanza del dovere da parte di San Basilide “che deve spronarci sempre più a conservare l’identità del corpo nell’osservanza del dovere”.

 

FERMO

In occasione dei festeggiamenti per il Santo patrono della Polizia Penitenziaria, San Basilide, il comandante Roberto Fiori, accompagnato da una rappresentanza degli agenti in forza al carcere di Fermo, ha voluto organizzare un piccolo evento che desse significato alla giornata, che ricorre il prossimo lunedì. L’appuntamento, che ha avuto anche il pieno appoggio della direttrice della Casa circondariale, Eleonora Consoli, e della Direzione sanitaria dell’ospedale, era al reparto di Pediatria, nelle borse degli agenti giocattoli e dolci, bandierine e cappellini, offerte dalla stessa Polizia Penitenziaria e da alcuni negozianti