www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 30/07/2014  -  stampato il 21/10/2017


Assunzioni nel Corpo di Polizia Penitenziaria: interrogazione parlamentare scorrimento graduatorie idonei non vincitori

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-03299
presentato da
TURCO Tancredi
testo di
Mercoledì 23 luglio 2014, seduta n. 270
TURCO, FERRARESI, MICILLO, CURRÒ, BECHIS, CHIMIENTI, BALDASSARRE, COLLETTI, BUSINAROLO, AGOSTINELLI e PETRAROLI. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4a Serie Speciale «Concorsi ed Esami» n. 92 del 23 novembre 2012, è stato pubblicato un concorso per il reclutamento di 170 (uomini) e 44 (donne) allievi agenti di Polizia Penitenziaria;
svoltisi i quiz di selezione, dopo un rinvio, molti dei concorrenti idonei sono stati ammessi agli accertamenti medici e psico-attitudinali, 523 uomini, ammessi con un voto minimo di 9,750/10, cioè l'ultimo ha risposto 78/80 domande, e 135 donne, ammesse con un voto minimo di 9,62/10 cioè l'ultima ha risposto 77/80 domande;
la gran parte dei concorrenti ammessi alle visite mediche e psico-attitudinali è stata giudicata idonea allo svolgimento delle attività previste nel concorso per allievi agenti di Polizia Penitenziaria: 121 donne e circa 500 uomini;
quindi gli «idonei non vincitori» saranno complessivamente oltre 300;
la graduatoria di detto, concorso è ancora aperta considerato che i vincitori inquadrati nei VFP4 non sono ancora stati arruolati;
ciò è accaduto poiché il concorso per 271 posti di allievo vice ispettore Polizia Penitenziaria del 6 febbraio 2003, ha concluso il proprio iter concorsuale, a distanza di oltre 10 anni, lo scorso anno 2013;
pertanto si è verificata una situazione contingente nella quale i fondi messi a disposizione, tramite un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, per le assunzioni degli allievi agenti della Polizia Penitenziaria dell'anno 2013, sono stati impiegati per assumere i vincitori del concorso del 2003, conclusosi appunto nel 2013;
appare evidente che lo svolgimento del concorso indetto nel 2003 non abbia in ogni caso rispettato il comma 3 dell'articolo 35 del decreto legislativo n. 165 del 2001, in forza del quale nelle procedure di reclutamento del personale dipendente nelle pubbliche amministrazioni dovrebbe essere assicurata l'economicità e la celerità di espletamento;
frattanto è stato bandito un nuovo concorso, il concorso dei 208 (uomini) e 52 (donne) allievi agenti Polizia Penitenziaria, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4a Serie Speciale «Concorsi ed Esami» n. 94 del 29 novembre 2013;
perciò si è venuta a creare una situazione per la quale sia i vincitori sia gli «idonei non vincitori» del concorso del 2012 conclusosi nel 2013 non sono stati arruolati ma contemporaneamente viene indetto un secondo concorso per sopperire alla cronica mancanza di agenti di Polizia Penitenziaria situazione che si è venuta a creare per un turnover ridottosi al solo 20 per cento circa;
da più parti, anche a mezzo stampa, si evidenziava che potrebbe apparire più logico per coprire tale mancanza di agenti di Polizia Penitenziaria dare corso all'entrata in servizio dei vincitori del concorso del 2012, la cui graduatoria è ancora aperta;
in caso di ulteriore mancanza di personale si aprirebbe la possibilità, eventualmente estendendo la graduatoria stessa, di farla scorrere in via straordinaria, ma come già più volte attuato in sede di concorsi per agenti di Polizia Penitenziaria, sino ad assumere una parte dei concorrenti risultati idonei ma in soprannumero rispetto ai vincitori;
in ultima analisi e solo all'esito di tali arruolamenti di personale sostanzialmente già selezionato, ed in caso di esaurimento degli idonei non vincitori del concorso del 2012, espletare invece le prove selettive per il nuovo concorso –:
se sia a conoscenza della situazione prospettata;
se e quali iniziative ritenga di poter intraprendere per considerare l'assunzione dei vincitori del concorso ad allievi agenti Polizia Penitenziaria del concorso del 2012, la cui graduatoria è ancora aperta, stante il mancato arruolamento dei vincitori;
se ritenga di poter valutare l'opportunità di intervenire in via straordinaria con l'ampliamento della graduatoria del concorso ad allievi agenti Polizia Penitenziaria del concorso del 2012, al fine di consentire l'arruolamento dei concorrenti risultati idonei ma in soprannumero rispetto ai vincitori anziché dare corso alle prove preselettive del nuovo concorso per 208 (uomini) e 52 (donne) allievi agenti Polizia Penitenziaria, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4a Serie Speciale «Concorsi ed Esami» n. 94 del 29 novembre 2013.