www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/04/2015  -  stampato il 11/12/2016


Assunzioni Polizia Penitenziaria: interrogazione parlamentare su scorrimento graduatorie

Interrogazione a risposta scritta 4-0852971 1 presentato da PALESE Rocco testo di Martedì 24 marzo 2015, seduta n. 398

PALESE. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che: 

la legge 23 dicembre 2014, n. 190 (cosiddetta legge di stabilità 2015) all'articolo 1, comma 265 prevede che ai fini delle assunzioni di personale relative al solo Corpo della Polizia Penitenziaria (decreto-legge 24 giugno 2014 n. 90 convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, articolo 3, comma 3-bis), le forze di polizia sono autorizzate, in via straordinaria, per l'immissione nei rispettivi ruoli iniziali, allo scorrimento delle graduatorie dei concorsi banditi nell'anno 2012 e indetti per l'anno 2013; 
in sintesi, a differenza di quanto previsto dalla pregressa normativa che, in ragione dell'Expo 2015, anticipava le assunzioni nel ruolo agenti-assistenti per il 2015 ai primi mesi dello stesso anno attingendo dalla graduatoria degli idonei del concorso bandito nel 2013, per l'anno in corso l'amministrazione penitenziaria può attingere anche dalla graduatoria degli idonei relativa al concorso bandito nel 2012; 
l'assunzione, in via prioritaria degli idonei del concorso bandito nel 2013, rispetto agli idonei del concorso del 2012 aprirebbe senz'altro la strada al possibile ricorso da parte di questi ultimi che si riterrebbero oggetto di una ingiusta sperequazione riguardo la previsione normativa; 
inoltre, l'assunzione in via prioritaria e per logica «temporale», degli idonei del concorso bandito nel 2013, rispetto agli idonei del concorso del 2012 potrebbe dare luogo a possibili ricorsi di coloro (70 uomini e 18 donne) che, avendo partecipato al medesimo concorso del 2012 effettuano ora servizio per 4 anni nelle forze armate prima di poter essere ammessi a prestare servizio nella Polizia Penitenziaria, venendo dunque sorpassati dagli idonei non vincitori dello stesso concorso che, avendo riportato un punteggio inferiore, occupano una posizione più bassa in graduatoria; 
considerate le evidenti difficoltà nell'amministrazione penitenziaria, riguardo a una corretta interpretazione della norma contenuta nella legge di stabilità 2015, la predetta amministrazione centrale non sta provvedendo ad alcuna delle 370 assunzioni nel Corpo di Polizia Penitenziaria resesi possibili nel corrente 2015; 
inoltre l'amministrazione penitenziaria, da diversi mesi, sta inoltrando diverse richieste all'onorevole guardasigilli Andrea Orlando e del Capo gabinetto del Ministro della giustizia Giovanni Melillo al fine di ottenere una norma maggiormente chiara mediante l'integrazione, la modifica, ovvero la soppressione di quanto previsto all'articolo 1, comma 265 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 –: 
quali iniziative il Governo intenda intraprendere al fine di ottenere una normativa più chiara e tesa ad eliminare ogni ingiusta sperequazione relativa all'assunzione in via prioritaria del concorso bandito nel 2012