www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 28/01/2010  -  stampato il 05/12/2016


Il bicchiere di qualcuno non mai pieno ...

Continuano a circolare su vecchi web log sgualciti e bisunti alcune metafore, dal profumo vagamente alcolico, che evocano  immagini di bicchieri mezzi pieni (o mezzi vuoti).

Abbiamo  già avuto modo di interrogarci sul motivo per cui il bicchiere di qualcuno non è mai colmo ( http://www.poliziapenitenziaria.it/public/post/blog/il-bue-che-dice-cornuto-all-asino--234.asp ) e, anche oggi, appare difficile non pensare  che il contenuto mancante sia finito nello stomaco di chi scrive certe cose...
Fa sorridere, infatti,  leggere come  una organizzazione sindacale, che rappresenta lo zero virgola del mondo penitenziario, si attribuisca il merito di “aver determinato dapprima una discussione parlamentare e successivamente il varo del piano carceri” ...
Soltanto i fumi dell’alcol potrebbero giustificare la presuntuosa ambizione di chi si arroga la paternità di un progetto da svariati miliardi di euro, che coinvolge numerosi ministeri , enti ed agenzie governative e che lo stesso Presidente del Consiglio insegue da otto mesi.
Ringraziamo il cielo che l’Italia sia una democrazia costituzionale che consente a tutti (ma proprio a tutti) di esprimere le proprie opinioni e siamo convinti della necessità di  difendere il diritto delle minoranze a far sentire la propria voce, ma ciò non significa, poi, sentirsi obbligati a far finta di niente di fronte a cotante fanfaluche.
“Manifestazione” è una parola grossa e importante ... e vorremmo sommessamente far notare che una decina di persone raggruppate intorno ad uno striscione, con tre o quattro bandiere, sarebbe meglio definirle Fan club o Gruppetto di sostenitori onde evitare, poi, di trovarsi senza parole per indicare, appunto,  manifestazioni di decine di migliaia, o addirittura milioni, di persone.
 Cesare Cantelli