www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 08/05/2015  -  stampato il 06/12/2016


Annuale del Corpo di Polizia Penitenziaria: sarebbe utile leggere le relazioni dei Comandanti di Reparto

La cerimonia celebrativa dell’Annuale del Corpo di Polizia Penitenziaria è un appuntamento da sempre molto sentito da tutti i Poliziotti penitenziari o almeno lo è stato in passato e lo testimoniano le tante foto che ci state inviando.

E’ innegabile però che negli ultimi anni c’è stata una sorta di disaffezione all’appuntamento annuale e la celebrazione non ha più quel carattere di solennità che contribuiva a rinsaldare lo spirito di Corpo, indispensabile per una forza di Polizia come quella Penitenziaria esposta a rischi continui e nascosta all’opinione pubblica.

Le nuove disposizioni di Santi Consolo (alcune introdotte dai suoi predecessori) hanno fissato alcuni punti che riportiamo in basso per comodità di lettura, ma che possono essere letti nella nota dell'Ufficio del Cerimoniale e di Rappresentanza. Questi prevedono anche che il Comandante di Reparto DEVE svolgere un intervento concernente l’attività operativa svolta dal personale di Polizia Penitenziaria.

A tal proposito, sempre per dare il nostro contributo a migliorare lo spirito di Corpo, lanciamo l’iniziativa di pubblicare tutti gli interventi dei Comandanti di Reparto che ci perverranno, in modo tale da dare giusto rilievo a quella figura del Comandante di Reparto e dei ruoli direttivi del Corpo che rappresentano i nostri vertici in uniforme.

 

Disposizioni di Santi Consolo sull’Annuale del Corpo

1) la cerimonia a livello locale si svolge il giorno dopo quella nazionale (cancellando quel potere discrezionale dei direttori e dirigenti periferici che la celebravano anche con mesi di distanza da quella nazionale - ndr);

2) la cerimonia si DEVE svolgere in ogni istituto evitando accorpamenti (se non in casi eccezionali da valutare attentamente) ed evitando la tentazione dei Provveditori di avocare a sé la ricorrenza;

3) all’evento va data adeguata pubblicità all’esterno;

4) devono essere invitate le autorità locali;

5) deve essere invitata l’Associazione Nazionale di Polizia Penitenziaria (ANPPE) assicurandole un’adeguata collocazione;

6) il Comandante di Reparto DEVE svolgere un intervento concernente l’attività operativa svolta dal personale di Polizia Penitenziaria;

7) è auspicata la presenza dei familiari dei Caduti e dei pensionati del Corpo residenti nel territorio.