www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/07/2015  -  stampato il 10/12/2016


Poliziotto penitenziario e due albanesi arrestati dal NIC e Provveditorato Toscana per scambio di droga destinato al carcere

Nell’ambito di una complessa attività di indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Firenze, diretta dal NIC e svolta con la fattiva collaborazione dell'aliquota di Polizia Giudiziaria del Provveditorato Regionale per la Toscana è stato eseguito l’arresto, alle ore 9.30 della mattinata di ieri, dell’assistente di Polizia Penitenziaria E.F. e di due cittadini di origine albanese H.A. e B.E.

I tre soggetti sono stati arrestati in flagranza durante lo scambio di sostanze stupefacenti destinate ad un detenuto. Allo stato, i reati ipotizzati, contemplano corruzione, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Le articolate attività di indagine, espletate tramite una serie di appostamenti, accertamenti e sopralluoghi, rese possibili dalle capacità del personale operante e dall’efficace coordinamento del N.I.C., hanno permesso di conseguire altro brillante risultato finalizzato ad impedire la prosecuzione delle attività delittuose in carcere.

I soggetti tratti in arresto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati associati presso Istituti della Regione.