www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/07/2015  -  stampato il 07/12/2016


Posto di blocco Polizia Penitenziaria ferma, insegue e recupera auto rubata

Nei giorni scorsi, durante un controllo sul territorio da parte di una pattuglia della Polizia Penitenziaria di La Spezia, l'andatura sospetta di un'auto ha suggerito ai poliziotti di effettuare un controllo.

Alla vista degli agenti la macchina si fermava circa 200 metri prima del posto di blocco. Un agente insospettito da tale manovra si è avvicinato all'auto, una fiat punto bianca, ma il conducente a quel punto si dava alla fuga.

Gli agenti si sono messi all'inseguimento di cui uno a piedi e l'altro con la vettura di servizio. L'uomo, sulla trentina e con aspetto e tratti somatici extracomunitari, riusciva dopo essersi tolto le scarpe per facilitarsi la fuga, ad infilarsi in una vecchia fabbrica abbandonata e a far perdere le sue tracce.

La Polizia Penitenziaria con ausilio di altro personale accorso sul posto cercava invano il sospettato.

Nel frattempo si è scoperto che l'auto era stata rubata in data 2 luglio e per questo si procedeva al sequestro anche del materiale all'interno dell'auto composto da parecchi ferri presumibilmente usati per scassi e furti in appartamenti  cesoie, tronchesi, cacciavite e piedi di porco e rintracciando il legittimo proprietario per la restituzione dell'auto.