www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/07/2015  -  stampato il 07/12/2016


Proteste detenuti nel carcere di Belizzi Irpino: interrogazione parlamentare

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-09923
presentato da
D'AGOSTINO Angelo Antonio
testo di
Giovedì 23 luglio 2015, seduta n. 467

D'AGOSTINO. — Al Ministro della giustizia . — Per sapere – premesso che: 
come comunicato dalle organizzazioni sindacali di polizia penitenziaria Sappe e Uil penitenziari di Avellino, il 15 luglio 2015, alle 3,00 del mattino, l'istituto penitenziario di Bellizzi Irpino è stato interessato da una violenta protesta posta in essere dai detenuti a causa della mancanza d'acqua; 
a quanto è dato sapere, i detenuti hanno incendiato effetti personali, stracci e lenzuola imbevuti di olio e carta, bottiglie di plastica, e hanno provocato lo scoppio di alcune bombolette di gas; 
la protesta si è verificata in alcune celle del reparto di sicurezza; 
un sovrintendente della polizia penitenziaria ha dovuto ricorrere d'urgenza alle cure del pronto soccorso di Avellino per aver inalato fumi all'interno della sezione nella quale i detenuti hanno incendiato stracci imbevuti di olio e carta, bottiglie di plastica e bombolette vuote; 
grazie al pronto intervento del personale, la protesta è stata gestita con professionalità ed intelligenza evitando che potesse degenerare coinvolgendo altri reparti dell'istituto di pena irpino; 
le organizzazioni sindacali che hanno denunciato l'accaduto hanno sollecitato una immediata soluzione dei problemi tecnici che determinano la mancanza d'acqua nell'istituto di pena; 
a quanto è dato sapere, si tratta di un problema che deriva dal malfunzionamento delle pompe idriche installate nell'istituto; 
stando ai rilievi degli operatori della polizia penitenziaria, è un problema che si protrae ormai da molto tempo, almeno 6 anni, senza che chi di dovere abbia provveduto alla riparazione delle pompe garantendo il corretto funzionamento dell'impianto di distribuzione dell'acqua potabile; 
l'emergenza idrica che coinvolge la città di Avellino rischia di acuire il problema della mancanza di acqua nel penitenziario di Bellizzi Irpino; 
a giudizio dell'interrogante, occorre evitare che altri problemi si sommino alla condizione di difficoltà nelle quali versano gli istituti di pena a causa del sovraffollamento e della carenza di personale –: 
se il Ministro interrogato sia a conoscenza di quanto accaduto e quali provvedimenti intenda adottare nell'immediato per risolvere definitivamente il problema della mancanza di acqua potabile nell'istituto di pena di Bellizzi Irpino; 
quali provvedimenti il Ministro interrogato intenda adottare per garantire il corretto funzionamento di detto istituto di pena, assicurando la tutela della dignità dei detenuti e di chi vi lavora e garantisce, con non poco sacrificio, la sicurezza e la integrità dell'intera comunità carceraria. (4-09923)