www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/02/2016  -  stampato il 03/12/2016


Tragico lutto familiare in famiglia di un nostro collega. Condoglianze.

Oggi cinque febbraio è un giorno da dimenticare, uno di quei giorni che ti auguri non debbano mai arrivare per nessuno. Oggi è una triste giornata sferzata da un vento gelido che ti oscura l'anima.

Oggi un amico, un fidato compagno di lavoro, un grande uomo che ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia ha salutato la sua adorata "bambina", accompagnandola  nell'ultimo viaggio terreno.

Oggi il mio collega, il nostro collega Maurizio, ha visto per l'ultima volta il volto di quella meraviglia, che a soli 21 anni è stata strappata tragicamente alla vita.

Almarita non vivrà più tra noi, ma vivrà per sempre in chi gli ha donato la vita.

Vivi Maurizio, anche se vivere non sarà mai più come prima, vivi nel suo ricordo, vivi in tutto quello che era la tua meravigliosa creatura.

A Maurizio Marulli, alla moglie e a suo figlio un sincero sentimento di vicinanza e di condivisione del dolore.

Antonio Musardo
Veglie (Lecce)