www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/02/2010  -  stampato il 05/12/2016


Inghilterra: detenuti continuano a perseguitare le vittime attraverso facebook.

Londra 12 febbraio 2010 - Da dietro le sbarre mantenevano i rapporti con i loro complici e minacciavano le loro vittime via Facebook. E' stato per questo che il ministro di Giustizia Jack Straw ha annunciato che saranno oscurate  le pagine del social network di trenta detenuti britannici che, pur essendo in carcere, avevano trovato il modo di perseguitare anche sul web i loro nemici.

Per affrontare il fenomeno Straw sta cercando di mettere a punto una strategia per contrastare il fenomeno. I prigionieri non possono utilizzare internet da soli in Inghilterra. Possono farlo solo se sotto controllo o per motivi educativi, ma aggirano facilmente il divieto, utilizzando le connessioni dei telefoni cellulari. "Non possiamo tollerare - ha concluso Straw - che anche da prigionieri gli aguzzini continuino a perseguitare le proprie vittime con immagini e parole ingiuriose sul proprio profilo di Facebook".