www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 18/03/2016  -  stampato il 09/12/2016


Carcere di Teramo con problemi di sicurezza: impianti fuori uso e riparazioni bloccate al PRAP

Un camorrista, killer ed ergastolano, detenuto nel carcere di Teramo, aggredisce un Poliziotto penitenziario, lo minaccia e acquisisce informazioni sulla sua famiglia. Il Poliziotto viene messo sotto scorta: la sua “colpa” è quella di indagare sul tipo di rapporto che intercorre tra il detenuto e un’infermiera del carcere. Il DAP trasferisce l’ergastolano e l’infermiera, ma l’amore tra i due ormai è sbocciato e lei lo va a trovare in visita al carcere di Asti in qualità di “coniuge” perché i due, nel frattempo, evidentemente hanno anche trovato il tempo e il modo di sposarsi …

Una vicenda che ha dell’assurdo se non fossimo in Italia e se il DAP non avesse introdotto la cosiddetta “vigilanza dinamica” che altro non è se non il modo per l’amministrazione penitenziaria di mascherare l’enorme carenza d’organico del Corpo di Polizia Penitenziaria.

CARCERE DI TERAMO: UN COLABRODO SULLA SICUREZZA

Nel carcere di Teramo c’è un solo Agente addetto al reparto infermeria e spesso deve controllare contemporaneamente i detenuti presenti e gli specialisti con il risultato che non controlla né gli uni né gli altri. Oltretutto, il Dap, nonostante i vari solleciti di trasferimento del detenuto coinvolto, più volte segnalato come fomentatore di dosordini all'interno della sezione, in carcere con un “fine pena MAI”, lo ha trasferito solo a settembre quando la storia con l'infermiera era già nel vivo.

Nei mesi scorsi inoltre, sono stati rinvenuti due cellulari, droga, seghetti con olio emulsionante e la rete metallica esterna al muro di cinta è stata riparata più volte dalle aperture prodotte da ignoti.

Il muro di cinta è inagibile da anni e gli allarmi antiscavalcamento non funzionano, il progetto di ampliamento della video sorveglianza e automatizzazione postazioni di servizio è fermo da tempo presso l'ufficio tecnico del PRAP Pescara, così come sono fermi altri progetti riguardanti la sicurezza dell'istituto.

Grazie DAP, grazie sorveglianza dinamica ...

 

Infermiera del carcere sposa il detenuto killer: minacciato e aggredito il Poliziotto penitenziario che indagava