www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 10/02/2010  -  stampato il 08/12/2016


Pareggio in extremis per l'Astrea. Primo punto sul nuovo campo.

 

Campionato Serie D – LND 2009/2010 (girone G) – 22^ giornata (4^ ritorno) –
 
Roma, 14/02/2010
ASTREA – CYNTHIA  2-2 (3-2)
 
ASTREA: Iacomini, Braccani, Kerkeni, Persia (40’st Rota), Attardo, De Santis, Fantini, Narcisi, Giuntoli, Aglitti (36’ st Stirpe), Nanni (36’ st Paris).  All. Calce
CYNTHIA Guerra, Marzetti, Tittozzi, Vartolo, Marongiu, Giovannetti, Di Ventura, Santopadre, Orlandi, Cristin, Spinetti. All. Fratena    
Arbitro:  Ambrogio di Cosenza  
Marcatori 11’ st Nanni, 23’st Orlandi, 28’ st Orlandi, 43’ st De Santis 
Note: ammoniti Attardo 30’ pt, De Santis 23’ st.
 
Partita che ha preso il via con un buon ritmo quella tra Astrea e Cynthia. Tra le due squadre è stato scontro diretto per avanzare in classifica dalla zona dei 24 punti in cui le due laziali si trovavano in compagnia del team del Boville alla vigilia di questa 4^ di ritorno. Una gara da vincere per entrambi, soprattutto per terminare il prima possibile quella corsa verso le zone della classifica intorno ai 40 punti utili, sicuramente più tranquille per evitare l’incubo dei play out. E’ stato scontro vero caratterizzato da buonissimi guizzi dell’Astrea e da un elevato agonismo soprattutto nella prima fase del primo tempo e negli ultimi 20 minuti che separavano dal fischio finale. Nei primi minuti, al terzo per l’esattezza, servito da Aglitti, Fantini si fa vedere in area avversaria e impegna il portiere Guerra che riesce a trattenere il suo tiro preciso. All’ 11’ Nanni, liberatosi di un paio di avversari, prepara il colpo di testa per Fantini che non riesce però ad inquadrare lo specchio della porta con la palla che va di poco a lato. Il Cynthia si vede poco: il primo tiro utile verso la porta dei biancoazzurri si è avuto solo al 17’, grazie ad una punizione calciata da metà campo da Cristin. Poco dopo lo stesso attaccante, capitano della squadra ospite,  serve Orlandi che tira verso il portiere dell’Astrea. Iacomini ben piazzato para in sicurezza.
Il primo tempo si chiude con una bella azione di Giuntoli che avanza scartando tre difensori servendo infine a Nanni una palla d’oro oltre la tre quarti. Nanni però si allunga troppo la palla, Guerra intuisce l’intenzione del tiro e esce in anticipo evitando che il biancoazzurro finisca l’azione. Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nel secondo tempo partenza sprint sempre a favore dei nostri. Per gli ospiti esce subito una pedina importante dell’attacco, il capitano Cristin, causa infortunio al ginocchio, l’Astrea più volte sfiora la rete con Fantini. Sarà proprio lui  all’11’ a servire l’assist giusto a Nanni per la rete del provvisorio 1 a 0. Fino al 20’ st solo per il team della Polizia Penitenziaria le azioni più pericolose. Poi, il titolo della seconda parte di gara potrebbe essere “tutto in cinque minuti”. Al 23’ Orlando segna la rete del provvisorio pareggio. Sfruttando la respinta di Iacomini su tiro insidioso di Mazzetti alla sx del nostro portiere, è sempre Orlando in posizione di dubbia validità a siglare la doppietta personale ed il 2 a 1 provvisorio a favore degli ospiti.
L’Astrea però non cede ed anzi alza il ritmo cercando di recuperare la partita. L’impegno paga e al 43’ arriva il 2 a 2 grazie agli sviluppi di un calcio d’angolo calciato dal neo entrato Paris su De Santis pronto a saltare in area avversaria. E’ suo il colpo di testa che consente all’Astrea di pareggiare il conto e di uscire dal campo di casa con un prezioso punto, il primo che consente di sfatare l’andamento negativo che si era succeduto dal 10 gennaio (giorno dell’inaugurazione) ad oggi sul campo di nuovo recuperato in forza all’Astrea e alle Fiamme Azzurre.
 
Dalla juniores ancora marcia positiva e testa della classifica saldamente mantenuta dai ragazzi di Mister Luca Ripa impegnati fuori casa contro la compagnie del Fondi che ha potuto peraltro contare sul contributo di molti elementi della prima squadra. La partita, finita ugualmente 2 a 2, è stata giocata dai nostri con intelligenza e capacità di restare lucidi anche dopo un passivo di due reti a zero dopo i primi 45’. La calma è la virtù dei forti soprattutto nello sport, e il punto conquistato sabato dopo il pareggio finale raggiunto combattendo senza sosta, avvalora ancora di più la posizione di leader del torneo meritatamente occupata dai ragazzi.