www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 23/05/2016  -  stampato il 10/12/2016


Trasferimento detenuti CC Rovigo

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13279
presentato da
PAGLIA Giovanni
testo di
Lunedì 23 maggio 2016, seduta n. 629

   PAGLIA. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
   in data 22 aprile 2016 i detenuti della casa circondariale di Rovigo sono stati anzitempo trasferiti nel nuovo istituto penitenziario di Rovigo, nonostante questo fosse ben lungi dall'essere ultimato;
   nonostante le rassicurazioni provenienti dai superiori uffici (P.R.A.P. e altri) circa il fatto che la popolazione detenuta del nuovo istituto penitenziario di Rovigo sarebbe restata invariata fino a quando non fosse stato realizzato un incremento del personale di Polizia Penitenziaria, da alcuni giorni sono iniziati anche i trasferimenti di detenuti da altri istituti del Triveneto (Verona, Padova, e altri);
   a quanto risulta all'interrogante, per rendere funzionale il nuovo istituto penitenziario di Rovigo entro tempi brevissimi, anziché aspettare i tempi tecnici necessari per l’iter burocratico previsto dalla legge, per l'ammissione dei detenuti già ristretti presso la casa circondariale di Rovigo al lavoro esterno ex articolo 21 dell'ordinamento penitenziario sarebbe stato richiesto l'invio di ben 10 detenuti già in «articolo 21» da altri istituti penitenziari, di fatto non tenendo conto della competenza del magistrato di sorveglianza e dell'area giuridico-pedagogica in merito;
   il predetto trasferimento di 10 detenuti articolo 21 da altri istituti, comporterebbe altresì un ulteriore pregiudizio sia in termini di risorse economiche da sostenere per i relativi trasferimenti, sia in termini di ulteriore incremento del numero della popolazione detenuta del nuovo istituto e quindi, ancora una volta, senza considerare in alcun modo le esigenze del personale di Polizia Penitenziaria il quale, con queste premesse, in pochissimo tempo si troverà a dover far fronte ad un istituto con una popolazione detenuta più che doppia rispetto al contingente della Polizia Penitenziaria ivi in servizio –:
   come intenda intervenire il Ministro interrogato per garantire l'adeguamento della pianta organica della Polizia Penitenziaria e la sua adeguata riorganizzazione alle intervenute nuove necessità. (4-13279)