www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/06/2016  -  stampato il 09/12/2016


Roma, 7 giugno: 199 Anniversario di Fondazione del Corpo di Polizia Penitenziaria

E’ il 7 giugno, giornata nella quale, presso la Scuola di Formazione e Aggiornamento del Corpo di Polizia Penitenziaria “Giovanni Falcone”, si celebra il 199° Anniversario di Fondazione del Corpo di Polizia Penitenziaria.

Il ricordo dei Caduti, la consegna di Ricompense ad appartenenti al Corpo, particolarmente distintisi in servizio, la Polizia Penitenziaria che monta come Guardia d’Onore al Palazzo del Quirinale, il creare in una giornata, un momento di riflessione sulla difficile e complessa mission cui i baschi azzurri sono chiamati a svolgere nel quotidiano di tutti i giorni.

Questa è una ricorrenza importante nella quale l’auspicio è anche quello di potersi porre dei buoni propositi, affinché il personale non si senta mai al limite delle proprie forze, anzi tutt’altro, riesca invece a ritrovare in questi momenti la vicinanza della propria Amministrazione.

Personalmente, conservo nella memoria due Feste del Corpo della Polizia Penitenziaria: la prima che ricordo, si è celebrata il 16 giugno del 2004, presso il complesso monumentale delle Terme di Caracalla, dove si è optato per la rappresentanza della Polizia Penitenziaria in uniforme ordinaria affiancata dalle altre rappresentanze del Corpo impiegate nei servizi Navale, Nuclei Traduzioni e Piantonamenti, Gruppo Operativo Mobile, missione ONU (UNMIK) in Kosovo, Motociclistico, delle Unità Cinofile e del Reparto a Cavallo. Presente, inevitabilmente la Banda Musicale del Corpo.

Il tema caratteristico delle Terme di Caracalla, non poteva che essere una cornice più che prestigiosa, nella quale celebrare un grande momento per gli appartenenti al Corpo.

E poi, come potrei dimenticare quando, l’anno successivo, la scelta della location si è spostata su uno sfondo altrettanto suggestivo:  l’Arco di Costantino ed il Colosseo.

Era il 28 settembre del 2005, giornata nella quale, presenti erano le varie uniformi e le armi in dotazione alle diverse specialità del Corpo ed in uniforme ordinaria, la Banda Musicale, le rappresentanze delle Unità Cinofile e del Reparto a Cavallo.

Occasioni, nelle quali gli uomini e le donne, Rappresentanti degli appartenenti al Corpo, hanno avuto modo di celebrare la Festa della Polizia Penitenziaria, al di fuori delle sedi ordinarie dell’Amministrazione.

Chissà, magari nei prossimi anni si potrà nuovamente prendere in considerazione la possibilità di celebrare queste importanti ricorrenze presso ambienti esterni, anche per poter essere maggiormente conosciuti dalla Società civile.

Purtroppo, il più delle volte, ancora oggi, si rischia di non conoscere bene l’importante ruolo della Polizia Penitenziaria, quando al contrario svolge compiti istituzionali di particolare importanza e, soprattutto, carichi di una complessità specifica della realtà carcere.

Ad oggi, un grazie a tutti coloro che rappresenteranno la Polizia Penitenziaria.