www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/03/2010  -  stampato il 10/12/2016


Petizione per l’adeguamento delle pensioni

Una petizione per chiedere l’immediato adeguamento delle pensioni d’annata ed il loro aggancio alla dinamica salariale. Dopo la proposta di legge di iniziativa popolare, che con centinaia e centinaia di firme è stata consegnata nelle mani del Presidente della Camera Gianfranco Fini, il quale promise interessamento così che giunse rapidamente all’esame delle Commissioni interessate ed in particolare della XI° Commissione Lavoro della Camera, adesso la petizione è comunque giunta anch’essa all’attenzione delle Commissioni sia della Camera sia del Senato competenti per materia ma il punto è sempre il solito: quanto tempo debbono lì rimanere senza che si muova foglia nonostante i vari pareri favorevoli?

E parliamo naturalmente di entrambe le iniziative. Quel che vogliamo fare senza por tempo in mezzo è spingere ancora più forte perché il Ministro dell’Economia e Finanze Giulio Tremonti che ultimamente sembra colto da grande responsabilità e sensibilità sociale nei confronti dei più “inguaiati” degli italiani (pensionati, giovani e famiglie monoreddito ecc.), prenda in considerazione le nostre legittime richieste e faccia qualcosa almeno solo per iniziare a sanare una situazione sperequativa diventata insostenibile.

La truffa dell’adeguamento annuale dell’Istat, che è sempre più distante dal reale costo della vita, non basta certamente a coprire le esigenze dei più vecchi pensionati.

Costoro si vedono umiliati sia nel portafogli con pensioni da fame, sia moralmente per vedersi superare di gran lunga da colleghi con gli stessi requisiti in anni di servizio e grado/qualifica (ma che hanno la fortuna di essere andati in pensione in tempi più recenti.