www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/07/2016  -  stampato il 02/12/2016


Sovraffollamento detenuti e dichiarazioni del Ministro Orlando: la differenza tra teoria e pratica

"Emergenza sovraffollamento carceri verso soluzione" - Andrea Orlando, giugno 2014

"Problema del sovraffollamento carcerario è totalmente risolto" - Andrea Orlando, settembre 2015

"Il sovraffollamento è sostanzialmente eliminato" - Andrea Orlando, gennaio 2016

"La situazione del sovraffollamento è molto migliorata negli ultimi anni, ma va tenuta sempre sotto osservazione" - Andrea Orlando, marzo 2016

 

Strana coincidenza ... l’andamento delle dichiarazioni del Ministro della Giustizia Andrea Orlando sembra ricalcare l’andamento delle presenze dei detenuti nelle carceri italiane.

A metà del 2014, in effetti, seppure il numero delle presenze delle persone detenute era ancora molto elevato, tutti hanno notato come stesse diminuendo e, ormai, a settembre 2015, in piena euforia, anche il Ministro si “sbottonava” con dichiarazioni impegnative, forse rincuorato dai dati statistici accattivanti che gli venivano messi sotto il naso da quei volponi del DAP …

Ma già a gennaio 2016 l’esodo dalle carceri si è fermato. C’eravamo quasi ... sembrava che le presenze dei detenuti nelle carceri italiane stessero per sfondare di lì a poco (verso il basso) il muro delle capienze dichiarate dal DAP (dichiarate, si badi bene: non quelle effettivamente disponibili).

Invece no.

GUARDA I DATI REALI: Statistiche carceri e Polizia Penitenziaria

A dicembre c’erano già segnali di “ripresa” delle presenze. Confermati a gennaio, sottolineati a febbraio, evidenti a marzo (quando i bollori di Orlando ormai andavano stemperandosi), eclatanti ad aprile … ora conclamati con i dati di maggio 2016.

Qualche giorno fa, oltretutto, il numero delle presenze, sempre in crescita da dicembre 2015, ha superato di nuovo il muro delle 54mila. 

Detenuti oltre quota 54mila: è ripartito il sovraffollamento delle carceri italiane

Prima di ferragosto riuscirà il Prode Orlando a guardare in faccia la realtà? Ammetterà, prima di tutto a sé stesso e poi anche agli italiani, che le “soluzioni” adottate fino ad ora per “risolvere” il sovraffollamento non sono efficaci e che siamo di nuovo in piena emergenza carceri?

Il Ministro della Giustizia, usando magari le nostre elaborazioni dei dati, riuscirà finalmente a comparare due linee di un grafico che vede i detenuti aumentare e i poliziotti penitenziari diminuire?

 


“La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché!„

Albert Einstein


 

Carceri al collasso: più di ottomila detenuti in più, ma il DAP ne dichiara la metà

Sovraffollamento penitenziario: quando la matematica diventa opinione

Circolare urgentissima del DAP ai direttori delle carceri: favorite le scarcerazioni