www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 02/03/2010  -  stampato il 06/12/2016


Como: Denuncia del Sappe: "al Bassone laula bunker sempre inutilizzata"

Anche il carcere di Como rientra nello stato d’emergenza carceri; 250 gli Agenti di cui 30 distaccati in altra sede, per la sorveglianza circa 70 unità. Il DAP ha aumentato la capienza massima di posti utenza a 580 detenuti (una sezione è stata chiusa per ristrutturazione); il 55% sono stranieri, 15 in semilibertà o ammessi al lavoro all’esterno, 50 sono nella sezione di massima sicurezza A.S, e 53 sono detenute donne di varie nazionalità.

Finalmente, dopo cinque anni, sono stati assegnati una Direttrice, Mariagrazia Bregoli e un Comandante di Reparto, il Commissario Antonio Angelo Boi molto apprezzati sino ad oggi per l’esperienza e la competenza.

Non sono previste nuove opere di edilizia carceraria per Como; allora ci sono seri interrogativi su l’aula Bunker, costruita di fianco al carcere, costata dieci miliardi di lire, utilizzata per tre o quattro volte per un maxi processo negli anni 92/93, ormai da quasi vent’anni abbandonata a se stessa: si potrebbe realizzare una struttura collegata al penitenziario, per ospitare detenuti in semilibertà o una serie di servizi che al carcere Bassone sarebbero essere necessari e che non ci sono.

Il Sappe ed operatori Amministrativi hanno già sollevato il problema in passato, qualcuno l’ha già chiamato monumento allo sperpero, qualcun altro un’occasione perduta, per ricavare alloggi per il personale in modo da esser un incentivo per rimanere a Como.