www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 06/10/2016  -  stampato il 09/12/2016


Parole che ledono l''immagine della Polizia Penitenziaria: chi pu˛ aver pronunciato certe assurditÓ?

Imperatore di Via Arenula - Giullare, è un momento topico, non ci possiamo permettere la minima sbavatura, sono costretto a ricorrere anche ad uno come te per tamponare la situazione.

Giullare - Mi rendo conto …

I - Prepara un messaggio semplice ma incisivo per prendere le distanze da certe gravi affermazioni che ledono l’immagine e il senso stesso della Polizia Penitenziaria

G - La Polizia Penitenziaria? Ma non l’avevate “accoppata” con gli educatori e assistenti sociali?

I - Non ancora, ma ci stiamo lavorando …

G - Al Suo servizio, ma mi servirebbe qualche altro dettaglio: cosa traspare da queste affermazioni e chi le ha proferite?

I - Quelle parole sono fortemente lesive dell’immagine e della dignità del Corpo di Polizia Penitenziaria. Minano alla base l’esistenza stessa del Corpo perché ne ripudiano le origini, il ruolo attuale e financo il futuro.

G - Addirittura?!?

I -  Ma c’è di peggio. Ad affermarle non è stata una persona qualsiasi, ma una figura di spicco, fortemente esposta nel mondo mediatico.

G - Ma non possiamo limitarne la diffusione?

I - Impossibile! Sono parole che hanno ripreso tutte le agenzie di stampa e sono rimbalzate per tutto l’Impero. Tutti i Gendarmi sono in subbuglio! Si è diffuso scompiglio, sconcerto e indignazione anche negli angoli più remoti e malfamati del contado.

G - Forse ho capito cosa intende mio Imperatore. Si tratta di quello che è stato prestato al Corpo di Polizia Penitenziaria da qualche anno ma che non fa parte veramente e convintamente del Corpo, giusto?

I - Bravo Giullare.

G - … e oltretutto è uno che non indossa mai l’uniforme perché si sente una persona troppo di spicco, troppo di élite, giusto?

I - Ecco, vedi Giullare? Se sei arrivato a capirlo pure tu, ci possono arrivare tutti! Dobbiamo fare una smentita, altrimenti si rischia la rivolta!

G - Stiamo parlando del pugile e del Grande Fratello, vero?

I - No Giullare, allora non capisci proprio niente ... Ecco il testo con le parole incriminate:

"La Polizia Penitenziaria non può essere parificata alle altre forze di polizia, perché ha un ruolo altro e diverso, con una prevalente valenza sociale: se la consideriamo forza di vigilanza, ordine e ricerca dei reati la snaturiamo, e snaturiamo quel rapporto di fiducia reciproca, funzionale al reinserimento, che deve esserci tra agente penitenziario e recluso."

G - Ma chi può aver pronunciato mai codeste assurdità? Il Comandante dei Carabinieri? Il Capo della Polizia?

I - No Giullare ... le ha pronunciate il Capo della Polizia Penitenziaria !!?!???

 

leggi la fonte:

Santi Consolo: Polizia Penitenziaria non è come le altre, ha un rapporto di fiducia tra Poliziotto e detenuto